SPIEDINI DI TACCHINO 40537137_1760794400686465_3616245700251090944_n

come vi ho sempre detto a meno che non sia una ricetta della tradizione e deve essere fatta solo in quel modo, alcune ricette possono essere cambiate cosicche, questa ricetta che non ha tradizioni, la carne può essere cambiata da tacchino in pollo, in maiale o mista.
Iniziamo con il fare della nostra carne dei cubi, dei bocconi, metterli in una ciotola aggiungendo mezzo bicchiere di vino bianco, bacche di ginepro, grani di pepe, tre cucchiai d’olio, le foglie un piccolo rametto di timo, una foglia di salvia spezzettata, gli aghi di una punta di rosmarino, massaggiate la carne con questo composto, mettetelo in frigo a riposare.
Nel frattempo che riposa voi preparate le verdure, i peperoni, la cipolla, la zucchina, fateli a pezzi che possano essere infilzati nello spiedino, i pomodorini piccoli da tagliare in due, fatto tutto questo e dopo aver lasciato la carne in infusione almeno mezz’ora iniziate ad alternare gli ingredienti alternandoli tra loro partendo e finendo con la carne, mettete anche delle foglie di salvia intere.
Passate il liquido della marinata in un passaverdure a buchi fini o nel frullatore, mettete i vostri spiedini in forno caldo o al massimo del calore girandoli spesso e bagnandoli con la marinata fino a cottura, si possono cuocere anche in padella sul fuoco se volete, li servirete con patate mascè o con un’insalata di stagione o con dei rapini saltati con aglio e peperoncino, spinaci saltati con aglio peperoncino e da ultimo un pò di parmigiano grattugiato.
Nulla vieta, se avete fatto spiedini di carne mista, di metterci delle rondelle di salsiccia e di pane.
FONTE EZIO LUCCHESI

Share