spalti, la risposta di Italia Nostra al Sindaco.

 

Il Sindaco di Lucca amministra la casa dei lucchesi e le scelte della sua
maggioranza su come governare il Comune sono scelte politiche della cui bontà
giudicano gli elettori ma della cui legalità giudicano le Autorità preposte
dall’ordinamento del Paese.
In tema di tutela dei beni culturali l’Autorità preposta è la Soprintendenza le cui
decisioni, come quelle di ogni altra Autorità, sono giudizialmente impugnabili.
Non si può affermare la legalità di una determinata azione di governo sulla base del
numero di anni durante i quali quella azione ha avuto corso ma solo sulla base di un
giudicato, al di fuori del quale v’è solo un non risolutivo confronto di opinioni se a
versare in errore sia l’Autorità di oggi che la nega o sia stata quella di ieri che l’ha a
lungo avallata.
In uno Stato di diritto tutto quello che il Sindaco può fare perché il festival e i
comics restino sugli spalti delle Mura è una cosa sola: impugni le decisioni della
Soprintendenza e come ogni altro cittadino attenda la decisione del Giudice.

Lucca, 30/07/2019 Consiglio Direttivo Italia Nostra Lucca

Share