Spaghetti con le vongole in bianco

La ricetta degli spaghetti con le vongole in bianco è tra le preferite tra chi ama la cucina di mare, è un primo piatto che appaga il palato con la sua semplicità, infatti la versione tradizionale è appunto in bianco, con un semplice spicchio di aglio imbiondito nell’olio caldo e una spolverata di prezzemolo, ma se preferite la versione al pomodoro, o per meglio dire “macchiata” vi basta aggiungere qualche pomodorino maturo ad appassire in padella, prima delle vongole. Gli spaghetti alle vongole sono anche tra i piatti preferiti per la cena della vigilia di Natale, anche se in alcune zone di Italia, in questa occasione, si preparano al sugo rosso.

 

spaghetti con le vongole in bianco

  • DifficoltàFacile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

ingredienti

1 kg vongole (freschissime)
300 g spaghetti (preferite marche di buona qualità, scegliete quelli trafilati al bronzo, n 9 sono perfetti! )
1 spicchio aglio
1 ciuffo prezzemolo (tritato)
q.b. olio extravergine d’oliva
pepe (oppure peperoncino, opzionale)

come si preparano gli spaghetti con le vongole in bianco

Per pulire in modo corretto e sicuro le vongole, mettetele a spurgare dalla sabbia, immergendole in 1 litro di acqua fresca, con 30 g di sale disciolto per ogni mezzo kg di vongole, ripetete l’operazione almeno un paio di volte cambiando l’acqua ogni 2 ore. Leggete i miei consigli su come spurgare le vongole se volete essere sicuri di fare tutto per bene.

Preparazione degli spaghetti alle vongole in bianco

Portate a bollore una pentola di acqua salata per la cottura della pasta, in una padella ampia fate scaldare un paio di giri abbondanti di olio evo di buona qualità, lasciate imbiondire nell’olio caldo uno spicchio di aglio.

Nel frattempo trasferite le vongole in uno scolapasta e ripassate le velocemente sotto l’acqua fresca. Eliminate lo spicchio di aglio imbiondito dalla padella e versate le vongole, coprite subito con un coperchio e tenete la fiamma viva.

Dopo qualche minuto le vongole saranno tutte aperte, se ve ne capita una che resta chiusa buttatela via, aggiungete una macinata di pepe (opzionale) , una spolverata di prezzemolo tritato e dopo 1 minuto spegnete il fuoco, sul fondo vedrete l’acqua venuta fuori dai mitili che servirà per terminare la cottura della pasta. Trasferite le vongole in in piattino a parte e filtrate il sughetto con una garza.

Ripulite anche la padella da eventuali residui di sabbia, rimettete un giro di olio in padella (perché buona parte è rimasta intrappolata nella garza se le avete filtrate), e riunite di nuovo insieme le vongole ed il loro sughetto filtrato.

Intanto l’acqua avrà preso a bollire, immergete gli spaghetti e a metà cottura trasferiteli con un mestolo a forchetta nella padella insieme ai mitili, senza buttare via l’acqua di cottura della pasta.

Gli spaghetti continueranno la cottura in padella, questa operazione va eseguita a fiamma alta, senza coperchio e rimestando gli spaghetti di tanto in tanto, aggiungete un paio di metoli di acqua della pasta e rimestando spesso portateli a cottura, devono rimanere al dente ed il sughetto sul fondo deve stringersi e diventare cremolato, denso, leggermente giallino, state quindi attenti a non aggiungere troppa acqua.

Aggiungete ancora una manciata di prezzemolo tritato e amalgamate bene il tutto.

Servite immediatamente gli spaghetti senza dimenticare di aggiungere un cucchiaio o due di sughetto del fondo in ogni piatto.

Share