Sorgente di Riomagno: vietato l’uso dell’acqua a scopo potabile. Nei prossimi giorni verifiche tecniche e nuove analisi

Vietato utilizzare l’acqua della sorgente di Riomagno a scopo potabile se non previa prolungata bollitura. Lo ha disposto questa mattina il sindaco Riccardo Tarabella preso atto dei risultati delle recenti analisi condotte da Ecol Studio di Lucca, ditta incaricata dal Comune di Seravezza di effettuare i campionamenti mensili. I riscontri dell’ultimo prelievo hanno evidenziato la presenza di una piccola percentuale di coliformi. Nei prossimi giorni saranno effettuati accertamenti tecnici tesi all’eliminazione dell’inconveniente riscontrato e verranno eseguite nuove analisi, alla luce delle quali sarà deciso se confermare o revocare il divieto.

Share