Sopralluogo di Consorzio e Comune sui lavori del PSR sul Canale di Riomagno a Seravezza: “Una puntuale opportunità di sicurezza e prevenzione idraulica. Grazie a risorse europee intervento da 245mila euro”

“Una puntuale opportunità per la prevenzione e la sicurezza idraulica del territorio”. Così Ismaele Ridolfi, presidente del Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord, e il sindaco di Seravezza, Riccardo Tarabella, descrivono il cantiere che proprio l’Ente consortile sta realizzando sul Canale di Riomagno, in località Fabbiano al Molino. Un intervento attualmente in corso (si concluderà entro la fine dell’anno), per un investimento di 245mila euro: risorse che proprio il Consorzio, grazie alla Regione, è riuscito ad intercettare dall’Unione europea, sul bando del Piano di Sviluppo Rurale.

Stamani (sabato 17 novembre) Ridolfi Tarabella hanno effettuato un sopralluogo sul cantiere; insieme a loro, l’assessore Giuliano Bartelletti e i tecnici consortili.

“Stiamo completando un’opera di stabilizzazione del versante e di ripristino della sezione di deflusso – spiega il presidente del Consorzio, Ismaele Ridolfi –. I lavori sono seguiti, passo passo, dall’Amministrazione Comunale, con cui stiamo condividendo l’intervento sin dalla sua pianificazione e progettazione. L’opera mette in sicurezza un versante la cui criticità è conosciuta, ma che nel tempo non ha mostrato fenomeni di aggravamento: l’intervento serve piuttosto a ripristinare una situazione di normalità, dopo i fenomeni idrogeologici registrati in passato. E sono convinto debba rappresentare, per tutti, motivo di soddisfazione”.

“Quello in corso è un esempio importante di collaborazione fra enti, condizione irrinunciabile per un’efficace prevenzione del rischio idrogeologico e per la messa in sicurezza del territorio” – aggiunge il sindaco Riccardo Tarabella –. “Un metodo di lavoro abituale e ben rodato, che passa attraverso il monitoraggio, la programmazione, l’esecuzione concordata degli interventi secondo un preciso calendario e che impegna i diversi enti secondo le rispettive competenze. Così è stato anche per il Canale di Riomagno, opera che non rivestiva caratteri d’urgenza e che ha seguito pertanto il normale iter. Ci auguriamo di poter contare anche in futuro sui finanziamenti del PSR che nel tempo, prima attraverso l’Unione dei Comuni e oggi tramite il Consorzio di Bonifica, ci hanno permesso di mantenere alto il livello d’intervento nel nostro territorio montano”.

Sul territorio seravezzino il Consorzio è intervenuto anche in località Fosso del Monte, con un intervento già concluso di sistemazione idraulico-forestale del valore di 160 mila euro.

Complessivamente, grazie ai finanziamenti del PSR, il Consorzio sta realizzando sull’intero comprensorio di competenza ben 88 progetti di prevenzione, per un investimento totale di 18 milioni di euro. Si tratta di risorse in più, rispetto a quelle già investite dall’Ente consortile per le opere di manutenzione ordinaria, grazie al contributo di bonifica.

 

Share