Poste Italiane: II edizione di Sindaci d’Italia a Roma. I piccoli comuni incontrano Poste Italiane per fare il punto sugli impegni di miglioramento dei servizi nelle realtà locali.

Sindaci d'Italia, 4.000 sindaci all'evento di Poste italiane. Promesse mantenute?

È in corso a Roma l’evento di Poste Italiane Sindaci d’Italia nell’ambito del progetto “Insieme ai piccoli comuni pensiamo in grande”.

L’incontro odierno con i sindaci d’Italia di paesi con meno di 5.000 abitanti segue la prima riunione tra amministratori locali e l’ad di Poste Italiane Matteo Del Fante che si è tenuta un anno fa, il 26 novembre 2018.

In quella occasione è stato presentato il progetto di Poste Italiane per offrire servizi sempre migliori alle realtà locali italiane. L’intento era quello di iniziare un dialogo tra le amministrazioni e l’ente Poste al fine di rispondere in modo puntuale ed efficace alle esigenze dei tanti piccoli paesi che compongono il nostro territorio nazionale.

https://www.money.it/Poste-italiane-Sindaci-d-Italia-convegno?utm_source=Money.it&utm_campaign=e9c9fd3ed8-RSS_EMAIL_CAMPAIGN&utm_medium=email&utm_term=0_4302bacf08-e9c9fd3ed8-303134037

Poste Italiane, come evidenziato dai vertici aziendali e dalle istituzioni italiane, è un ente chiave per rendere efficienti i tanti borghi che rappresentano l’identità italiana. Servizi, procedure, prodotti postali più innovativi sono strumenti essenziali per arginare il rischio spopolamento di alcuni piccoli paesi e per affrontare le sfide demografiche dei tanti comuni italiani.

Premier Conte, ministro Gualtieri e molti altri a Sindaci d’Italia di Poste Italiane

Poste Italiane, con la seconda edizione di Sindaci d’Italia, evento in collaborazione con ANCI e UNCEM, vuole compiere un ulteriore passo di confronto con le istituzione locali per favorire servizi di sempre maggiore qualità.

Sono presenti e partecipano all’evento Maria Bianca Farina, Presidente di Poste Italiane, Antonio Decaro Presidente ANCI, Nunzia Catalfo, ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Roberto Gualtieri, ministro dell’Economia, Giuseppe Conte, Presidente del Consiglio, Francesco Boccia, ministro per gli Affari regionali, Paola Pisano, ministro dell’Innovazione tecnologica e della digitalizzazione, Giuseppe Provenzano ministro per il Sud e la coesione sociale, Dario Franceschini, ministro dei Beni e delle Attività culturali, Matteo Del Fante, l’Amministratore delegato di Poste Italiane.

La presenza del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il saluto via audio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella a inizio evento confermano l’importanza del lavoro intrapreso e degli impegni assunti da Poste Italiane, ente centrale per i servizi quotidiani dei cittadini.

Come ricordato da Conte, Poste Italiane svolge funzioni concrete per dare soluzioni alla vita quotidiana dei cittadini, soprattutto nelle aree nazionali più colpite dalla scarsa densità abitativa. Comuni e Poste devono collaborare per evitare ulteriori spopolamenti nei piccoli comuni dove vivono circa 10 milioni di italiani, ma solo 4 milioni di persone in età lavorativa.

L’impegno di Poste Italiane per i piccoli comuni

Poste Italiane ha puntato su dieci impegni prioritari, con lo scopo di rendere la capillarità dei servizi postali più veloce, funzionale e rispondente alle richieste dei circa 3 milioni di cittadini italiani che ogni giorno usufruiscono di Poste Italiane nelle realtà locali più piccole.

Dalla promessa a non chiudere alcun ufficio postale all’impegno di installare nuovi sportelli ATM, fino ai progetti di abbattimento delle barriere architettoniche e di miglioramento della sicurezza: questi alcuni dei punti chiave del cammino intrapreso insieme da Poste Italiane e i piccoli comuni italiani.

Quali risultati sono stati raggiunti finora? L’incontro di oggi vuole proprio fare il punto sugli impegni portati a termine e sulle nuove sfide da affrontare per agevolare e modernizzare i servizi postali delle realtà locali.

Tra i risultati concreti raggiunti in questo primo anno di lavoro di collaborazione tra Poste Italiane e piccoli comuni si evidenziano 5.688 spot spot-Wi Fi installati in più di 5.000 comuni, 614 nuovi ATM disponibili, 3.793 impianti di videosorveglianza forniti in circa 1.600 comuni, 574 barriere architettoniche eliminate, 219 uffici postali rafforzati per servizi turistici.

Share