Si istituisce una nuova zona 30 nella zona nord del quartiere dell’Arancio 

 

Si tratta della sesta, dopo quelle del centro storico, zona centrale dell’Arancio, San Marco, San Filippo e Antraccoli.

 

Sarà istituita una nuova zona 30 nella parte settentrionale del quartiere dell’Arancio, portando così a sei le aree cittadine con limitazione della velocità a 30 chilometri orari, dopo il centro storico, la zona centrale dell’Arancio, San Marco, Antraccoli e San Filippo: nelle due ultime zone la segnaletica sarà realizzata nelle prossime settimane.

 

La decisione è stata presa ieri sera (18 settembre), nel corso dell’assemblea che si è svolta nella sede di Confartigianato. L’assessore al traffico Celestino Marchini si è incontrato con i cittadini della zona nord dell’Arancio (III e IV traversa di via Castracani, via G. Arrighi e via di Tempagnano – tratto tra via Castracani e via Dante Alighieri), per valutare appunto assieme l’introduzione di questa nuova modalità di circolazione all’interno  del quartiere.

 

“Ho illustrato ai cittadini che mi avevano invitato in assemblea – spiega Marchini – i vantaggi della zona trenta: la riduzione della velocità dei veicoli porta infatti con sé una maggiore sicurezza per pedoni e ciclisti, una riduzione degli incidenti e della loro pericolosità, una riduzione dell’inquinamento da gas di scarico e una minore rumorosità da traffico”.

 

I cittadini presenti hanno apprezzato la proposta dell’amministrazione comunale e la porzione di quartiere nord dell’Arancio diventerà zona 30 dopo l’ordinanza e gli interventi sulla segnaletica verticale e orizzontale, in programma per il prossimo mese.

 

“Una nuova zona a bassa velocità – aggiunge l’assessore – che va nella direzione di una migliore vivibilità e sicurezza per i i nostri quartieri. In sostanza stiamo portando avanti un’idea di città vista dalla parte degli utenti più deboli, in particolare bambini, anziani e persone con disabilità”.

Share