“Sgranare fagioli,, uno dopo l’altro e’ come pregare, una specie di Karma

 un rosario senza tempo ed e’ la piu’ bella pratica dell “ora et labora”, perche’ e’ un inno alla natura che ci nutre.
Gesto antico e poetico fra i piu’ belli. Fatelo spesso con i figli o nipoti e vi saranno riconoscenti per tutta la vita.” ( Dino De Lucchi)

E’ tempo di raccogliere i fagioli secchi e di sgranarli per riporli nei sacchetti di tela: una provvista importante, specialmente per l’economia famigliare di una volta, quando i fa

gioli venivano considerati la carne dei poveri.

Share