SERVIZIO SCUOLABUS PER I  BAMBINI DELLE COLLINE MASSAROSESI

 

Gentilissimo Signor  Sindaco con la presente, e su indicazione della Sua Segretaria Lucia Lancioni, sono a richiederLe di essere ricevuto, negli spazi da Lei riservati all’incontro con i cittadini,  allo scopo di colloquiare  con Lei relativamente  al problema in oggetto.

 

La sua gentilissima Segretaria mi ha chiesto di esporre il motivo dell’incontro nella presente nota di richiesta e a tale indicazione mi attengo.

 

L’ abolizione del servizio pulmino per i bambini che devono scendere a Piano di Conca per la soddisfazione del loro diritto allo studio, alla custodia e all’ accoglienza, rappresenta un tale disagio da essere insostenibile.

 

Quella soppressione rappresenta, a mio parere, anche un pessimo e ingiusto segnale ai cittadini. Costretti ad utilizzare mezzi privati  e taluni anche a non poterlo fare per impegni di vita e lavoro.

 

Desidero pertanto ragionare con il Primo Cittadino, per  provare a identificare una soluzione almeno a questo problema, tra i tanti presenti sulla “questione scuole”. Oltre ad una risposta a chi l’attende sarebbe una il swegno che le avversità si possono combattere prima di subirle.

 

Nel merito le sintetizzo il mio pensiero:

 

  • è necessario quantificare il costo effettivo di quel servizio anche con il confronto con la ditta che quel servizio potrebbe riattivare a costo di favore;
  • è necessario verificare il concorso alla copertura del costo da  parte dei cittadini interessati al servizio e fermo restando i diritti  sociali (limitazione ISEE, esenzione, ecc.);

 

Identificata la necessità di spesa residua desidero invitarla a verificare quanto segue:

 

  • richiesta di libero contributo di solidarietà da richiedere a quella parte dei contribuenti che risiedono nel Comune di Massarosa, con Dichiarazione dei Redditi superiore ai 50, 70 mila euro/annui  (o altra importo da identificare)  e comunque  aperto alla possibilità che tutti possano contribuire per quanto loro  possibile;
  • richiesta  agli Istituti di Credito Locali ( BCC, MPS, Casse di Risparmio, ecc. e alle loro Fondazioni, affinché possano contribuire con  i liberali Fondi di cui dispongono  destinati a sostenere iniziative/eventi sul territorio in cui operano.

 

Fatto questo verificare la possibilità dell’Ente Comune ad una eventuale di contribuzione  di copertura finale dei costi residui .

 

Colgo l’occasione di questa esposizione del motivo per cui desidero interloquire con  Le sarò grato se nel corso del nostro colloquio, Lei mi informasse  sull’iter per portare alla discussione del Consiglio Comunale della proposta di deliberazione di iniziativa popolare protocollata con 300 firme dai cittadini. Che ad oggi ancora credo attendano risposta in merito.

 

L’occasione mi è gradita per porgerLe i miei più cordiali saluti.   In attesa di Sua convocazione.

 

MASSAROSA, 21 SETTEMBRE 2020                                                                                             Rosario Brillante

 

Share