Serre aperte: gli esempi green dei florovivaisti

 

VIAREGGIO – Recupero dell’acqua, lotta agli sprechi, taglio dei costi energetici. Sono gli obiettivi a cui puntano le politiche “green” messe in campo dai florovivaisti della Versilia. Esempi che potranno essere toccati con mano questo weekend nell’iniziativa “Serre aperte” tra Viareggio e Torre del Lago.

Serre e vivai della Versilia per la prima volta aprono le porte al pubblico per parlare di ambiente, economia ed innovazione. Dagli impianti che consentono il recupero dell’acqua, evitando gli sprechi, alla lotta biologica che azzera l’utilizzo di anti-parassitari chimici, dalla tecnologica 4.0 per migliorare la sostenibilità dei processi produttivi all’illuminazione a Led per abbattere i costi energetici. Fino alla coltivazione di piante in vaso da interno ed esterno che mangiano lo smog e puliscono l’aria e che rappresentano una nuova frontiera per un settore che cerca nuovi sbocchi e mercati: sono alcune delle innovazioni e delle novità introdotte dalle aziende florovivaistiche della Versilia che saranno al centro di una serie di iniziative promosse da Coldiretti Lucca rivolte ai cittadini e alle istituzioni.

Si parte venerdì 2 dicembre, alle ore 10.00, dall’auditorium della Floricoltura Biagiotti di Torre del Lago con il focus  all’interno del quale saranno illustrati i dati della ricerca dell’Istituto di Ricerca IBE-CNR sui benefici delle piante che purificano l’aria delle nostre case. Sabato 3 entra nel vivo l’iniziativa “Serre aperte”, che coinvolgerà sette azienda florovivaistiche tra Viareggio e Torre del Lago.

fonte noitv

Share