Seravezza – via libera al sostegno per gli affitti

Via libera oggi da parte della Giunta municipale alla misura straordinaria e urgente a sostegno delle famiglie in difficoltà per il pagamento degli affitti di casa. Il contributo sarà calcolato sulla base del 50% del canone di locazione e comunque in misura non superiore a 250 euro mensili, corrisponderà a tre mensilità successive a partire da aprile 2020 e sarà corrisposto mensilmente a permanere delle condizioni di accesso al contributo stesso. Potranno beneficiarne i lavoratori dipendenti e autonomi che in conseguenza dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 abbiano cessato, ridotto o sospeso la loro attività o il loro rapporto di lavoro.

«È una risposta concreta alle necessità di molte famiglie in difficoltà a causa di questa improvvisa emergenza», dichiara l’assessore al sociale Orietta Guidugli. «Un’opportunità importante che invitiamo tutti i potenziali beneficiari a cogliere. Ringrazio gli uffici per aver messo a punto la misura entro i termini previsti e per il grande impegno che stanno sostenendo a favore delle fasce più deboli della popolazione. Anche per l’emergenza alimentare il nostro sociale si è attivato assai prima dell’iniziativa governativa dando vita a uno specifico servizio in collaborazione con Auser Seravezza e impegnando risorse già disponibili. Purtroppo, benché rafforzate da stanziamenti regionali e nazionali, le nostre disponibilità economiche non sono infinite. Per questo torniamo a sensibilizzare privati cittadini e aziende sulla possibilità di compiere un gesto di solidarietà effettuando una donazione sul conto corrente bancario del Comune (Iban IT 20 J 01030 70241 000001124925) finalizzata al sostegno alimentare».

Per accedere al contributo affitti occorre possedere un ISE (Indicatore della Situazione Economica) non superiore a 28.684,36 euro per l’anno 2019 ed aver registrato una diminuzione del reddito familiare non inferiore al 30% per cause riconducibili all’emergenza epidemiologica Covid-19 rispetto alle corrispondenti mensilità dell’anno 2019. Tale riduzione potrà essere riferita sia a redditi da lavoro dipendente (riduzione orario di lavoro, cassa integrazione, ecc.) sia a redditi da lavoro autonomo (con particolare riferimento alle categorie ATECO la cui attività è sospesa a seguito dei provvedimenti del governo) sia a redditi di lavoro con contratti non a tempo indeterminato di qualsiasi tipologia. Ai fini della formazione della graduatoria, a parità di ISEE, saranno considerati i seguenti criteri di preferenza: presenza in famiglia di persone disabili, di anziani ultrasessantacinquenni in situazione di invalidità al 100% e di figli minori. Il contributo affitti non potrà essere cumulato con il contributo per l’autonomia dei giovani della misura GiovaniSì relativo al canone di locazione di alloggio autonomo. Non potranno inoltre beneficiarne gli assegnatari di alloggi di edilizia residenziale pubblica. Una volta approvata dal Comune, la graduatoria sarà inviata alla Regione Toscana per la ripartizione delle risorse disponibili sulla base delle domande pervenute, della classe demografica del Comune e della erogazione del contributo affitti del 2019.

L’avviso e i modelli per la presentazione delle domande saranno presto disponibili sul sito web del Comune di Seravezza, www.comune.seravezza.lucca.it. Ogni ulteriore informazione potrà essere richiesta all’Ufficio Servizi Sociali, telefono 0584 757727/03.

 

 

Share