Si chiude oggi, 26 giungo, la rassegna cinematografica in memoria di Amos Paoli. Domenica la commemorazione del partigiano a Riomagno nel settantacinquesimo anniversario della morte

Si chiude oggi, 26 giugno, la rassegna cinematografica alle Scuderie Granducali “Ricordando il partigiano Amos Paoli”, iniziativa promossa dal Comune di Seravezza, dal Cinema Scuderie Granducali, da ANPI e dal Comitato Amos Paoli. Dopo la prima proiezione della scorsa settimana, stasera alle 21:15 le Scuderie ospitano l’incontro con lo scrittore e musicista Marco Rovelli per parlare di letteratura, musica, minoranze e liberazione. In seguito sarà proiettato il pluripremiato film “La canzone perduta” del regista curdo-turco Erol Mintaş.

Domenica 30 giugno alle ore 21:00 nella piazza di Riomagno avverrà la deposizione di una corona di alloro al monumento dedicato al partigiano medaglia d’oro al valore militare per l’impegno sul confine della Linea Gotica delle Apuane. Successivamente, sempre a Riomagno, il cantautore e chitarrista di Sarzana Gianmaria Simon e la sua band si esibiranno in concerto.

Riccardo Biagi, Presidente del Consiglio Comunale di Seravezza, spiega la scelta della musica dal vivo per ricordare Amos Paoli: «Quest’anno abbiamo voluto accompagnare l’ormai consueta deposizione della corona al monumento con un concerto», afferma Biagi «in quanto pensiamo che il partigiano Paoli debba essere ricordato anche per la sua condizione di giovane che amava il paese in cui viveva e le sue tradizionali feste, delle quali la musica era senz’altro una parte fondamentale. Gianmaria Simon è un cantautore legato al nostro territorio e la sua esibizione sarà sicuramente un valore aggiunto. Amos Paoli ha pagato a caro prezzo il ruolo di staffetta partigiana e ricordando ogni anno il suo sacrificio vogliamo commemorare tutte le vittime del nazifascismo perché quei valori di libertà e democrazia per cui Paoli ha combattuto rimangano vivi e possano guidare anche le nuove generazioni».

Share