SCUOLA: UN INCONTRO CON I GENITORI SULLE NOVITÀ DELLE MENSE

La buona scuola passa anche attraverso la buona alimentazione. Ne è convinta la Regione Toscana che ha recentemente dettato nuove linee guida in materia di mense scolastiche, spingendo molto sulla diffusione dei cibi biologici e sulla valorizzazione dei prodotti locali e a marchio DOP e IGP. Per approfondire l’argomento e illustrare ai genitori tutte le novità che attendono i bambini che nel Comune di Seravezza usufruiscono del servizio mensa è in programma un incontro pubblico sabato 25 febbraio alle ore 10 nell’auditorium della scuola media “Enrico Pea” di Marzocchino. Un incontro promosso dall’Amministrazione Comunale e da Cir-Food – la ditta che ha in gestione il servizio di refezione scolastica a Seravezza – con il coordinamento dell’Istituto Comprensivo. Tema: “Principi di nutrizione e linee di indirizzo per la ristorazione scolastica della Regione Toscana”.

«Sarà un importante momento informativo, al quale invitiamo caldamente non solo i componenti della commissione mensa, ma tutte le famiglie, sia quelle con bambini che già usufruiscono del servizio sia quelle con figli che inizieranno il loro percorso scolastico l’anno prossimo», dice il consigliere delegato alla pubblica istruzione Riccardo Biagi. «Sarà anche l’occasione per illustrare le iniziative già avviate nel nostro Comune seguendo le nuove disposizioni regionali».

Le novità già introdotte nelle mense delle scuole di Seravezza riguardano innanzitutto la rotazione del menù, che passa da quattro a otto settimane per rendere i pasti più differenziati e quindi più appetibili per i bambini. Prevista anche l’introduzione del pane integrale alternato a quello di farina bianca e una limitazione della carne rossa a favore di un maggior consumo di frutta e verdura. Ogni mese, inoltre, viene proposto un menù a tema, sempre con l’intenzione di invogliare i bambini a mangiar sano, senza annoiarli. Partenza a febbraio con il menù “A tutto bio”, composto da pasta al pomodoro e ricotta, frittata di bietola, carote filangé e per finire yogurt, il tutto rigorosamente biologico. I bambini hanno gradito molto.

Share