“Questi primi due mesi di mandato sono stati intensi – Fa sapere l’Assessore all’istrzione e  all’inclusione sociale, Valentina Mozzoni – ho dovuto imparare in fretta come districarmi tra le numerose richieste di intervento che ci venivano rivolte per la  manutenzione ordinaria, dai vari plessi dell’Istituto Comprensivo, la necessaria conoscenza degli uffici che fanno capo alle deleghe affidateci dal Sindaco e tutto ciò senza abbandonare, nemmeno per un istante, la progettualità.

Visito a rotazione tutte le scuole dell’Istituto Comprensivo e, con la preziosa collaborazione dell’ufficio scuola, del Preside Maurizio Tartarini e quella del personale amministrativo di cui è responsabile Caterina Angelini, cerchiamo di fare squadra, al fine monitorare e rendere un servizio migliore.

La sinergia con i funzionari comunali è stata da subito molto proficua, grazie alla professionalità che li contraddistingue, cerchiamo di far fronte comune impegnandoci a risolvere le criticità, affinché tutti gli obiettivi che ci siamo posti siano concretizzabili nel piu’ breve tempo possibile e per dare risposte certe al cittadino, che da noi si aspetta principalmente questo.

Stiamo elaborando, e in alcuni casi siamo già alla fase di realizzazione, diversi progetti: il pre scuola, ad esempio, salvo imprevisti, dovrebbe aver inizio nella seconda parte dell’anno scolastico. E’ stata condotta un’indagine tra i plessi e abbiamo avuto riscontri positivi che ci hanno consentito di dar seguito ad uno dei vari punti che avevamo inserito nel programma elettorale.

Lo sportello per la disabilità, un vero e  proprio punto di appoggio, orientamento e indirizzo per le famiglie che troppo spesso affrontano gli aspetti piu’ difficili di questa situazione da sole. Devo fin da subito ringraziare il Dott. Alessandro Campani, Direttore Zona Distretto Versilia, che sta collaborando con grande impegno alla realizzazione di questo progetto.

Da un’indagine condotta abbiamo riscontrato che di tale servizio il nostro territorio è certamente carente e che molto di questo lavoro è portato avanti dalle associazioni dedicate, ma è necessario un intervento strutturato affinché lo sportello resti una costante su cui il cittadino possa veramente fare affidamento.

Fortemente legato all’inclusione, poi, ci sarà un’altra progetto di cui stiamo ancora valutando, con gli uffici di competenza, le linee guida. In questo caso vorremmo intervenire sulle zone d’ombra che prolificano attorno al percorso di riconoscimento della disabilità, dove spesso tempi fortemente dilatati, non conciliano affatto con l’esigenza di veder pienamente garantito il diritto allo studio.

Tutto ciò è possibile soprattutto grazie al fatto che abbiamo un sindaco competente e presente al nostro fianco, capace di guidarci sempre nella giusta direzione.

Al vaglio anche diverse soluzioni per riportare, nel piu’ breve tempo possibile, la Scuola Primaria Ermenegildo Frediani, a Seravezza”.

Share