Posti in piedi al VII Concerto augurale d’Epifania, organizzato dall’Istituto Storico Lucchese – Sezione Versilia Storica – in memoria di Daria Pennacchi Santini, insegnante di pianoforte di tante generazioni di giovani seravezzini.

Oggi, sul palco, alcuni dei suoi migliori allievi, tra cui il nipote, Giovanni Santini e Dino Lissona, in arte Dino Mancino che, insieme agli altri interpreti, sono stati capaci di  trasmettere  al pubblico un’intensa esperienza sensoriale, con brani di musica classica, lirica e leggera.

Molto coinvolgente l’interpretazione di Giovanni Santini, in modo particolare la Rapsodia in blu, di George Gershwin (versione per pianoforte solo dell’autore).

Sono stati 15 minuti di appassionata esecuzione, a seguito della quale gli applausi sembravano non finire piu’.

Giovanni ha suonato con un incredibile trasporto, quasi fosse una forza superiore a guidare ogni suo movimento.

Dino Mancino ha scelto il tema piu’ noto della colonna sonora del Telefilm Pinocchio, di Fiorenzo Carpi, con il quale ha letteralmente riportato il pubblico indietro nel tempo, calandolo, con la sua effervescente interpretazione, in una magnifica atmosfera fiabesca.

Incisiva ed avvincente la Corale Lirica Versiliese, diretta da Elisabetta Guidugli, che, come di consueto, ha aperto il Concerto con l’Inno di Mameli. Emozionante il Coro a bocca chiusa della Madama Butterfly.

Sul palco sono saliti anche molti giovani, segno che questa iniziativa ha, tra gli obiettivi principali, anche quello di mettere il luce i nuovi talenti che, con dedizione e grande passione, cercano di farsi spazio nel mondo della musica.

Impeccabile l’organizzazione curata dal Presidente dell’Istituto Storico Lucchese – Sezione Versilia Storica, Luigi Santini e da Melania Spampinato.

Al termine dello spettacolo, sul palco anche il Sindaco Riccardo Tarabella che ha elogiato e ringraziato gli organizzatori, complimentandosi con gli artisti.

 

Share