Scuola: in corso i lavori per l’ampliamento della primaria di Ripa

Sopralluogo da parte dell’assessore al patrimonio e ai lavori pubblici Giuliano Bartelletti questa mattina alla scuola elementare di Ripa dove l’impresa incaricata dal Comune di Seravezza – la Lomcer di San Donato, Lucca – deve provvedere all’installazione dei moduli prefabbricati che amplieranno di circa 90 metri quadrati le superfici utili per le attività didattiche. «Da tempo l’azienda sta operando presso la propria sede per il montaggio dei moduli», riferisce l’assessore «e martedì 23 luglio i nostri tecnici hanno in programma un sopralluogo proprio a Lucca per verificare lo stato di avanzamento dei lavori. In cantiere a Ripa, intanto, gli operai hanno avviato le opere per la realizzazione degli scavi e delle fondazioni. Confidiamo che l’impresa consegni l’opera nei tempi stabiliti».

L’ampliamento della “Italo Calvino” tramite moduli prefabbricati sarà realizzato con una spesa di 170 mila euro (117 mila a carico della Regione Toscana).L’impresa appaltatrice si è impegnata a consegnare l’opera entro il 31 agosto. L’intervento consiste nell’installazione di due strutture prefabbricate nel cortile della scuola, collegate al corpo centrale da un nuovo corridoio chiuso e coperto.

«In materia di opere pubbliche il settore scuola ci vede impegnati a trecentosessanta gradi, con previsioni di intervento pressoché in tutte le strutture», aggiunge l’assessore Bartelletti. «Stiamo organizzando il cantiere per la messa in sicurezza sismica della materna di Basati e al contempo stiamo seguendo quello di Ripa e predisponendo il progetto per la palestra della scuola di Marzocchino. Gradualmente partiranno tutte le pratiche relative agli interventi del pacchetto “sicurezza sismica”, da coordinare con quelle dell’efficientamento energetico. Gli uffici sono giocoforza sotto pressione, ma tutto sta procedendo. Comprendiamo le preoccupazioni dei genitori e per questo l’Amministrazione è sempre disposta al dialogo e al confronto. Così come è pronta – e lo ha già fatto anche nell’ultimo consiglio comunale – a smentire voci prive di ogni fondamento come quella relativa alla trasformazione della scuola “Frediani” in magazzino comunale. Niente di più lontano dalla realtà. Per la “Frediani” l’unica opzione è e resta quella della ristrutturazione e della riapertura come scuola nei tempi più rapidi. Voglio ricordare che dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca abbiamo un finanziamento di 140 mila euro per la progettazione definitiva ed esecutiva delle opere di adeguamento sismico e ristrutturazione del plesso».

Share