Seravezza, i Consiglieri di Patto Civico sulla Sanità versiliese: “ci sconcerta l`ottimismo dei vertici Asl”.

Il 06 luglio 2018 la dott.ssa De Lauretis e Giorgio del Ghingaro, presidente della conferenza dei sindaci hanno tenuto una conferenza stampa nel corso della quale hanno presentato i dati più recenti del Sant’Anna di Pisa. Lo studio indicherebbe, secondo i commenti della dirigente ASL, che “Dal 1 gennaio 2016, data di costituzione dell’ASL Toscana nord ovest, all’ospedale Versilia non vi è stata alcuna diminuzione di posti letto, di personale e di attività, al contrario in alcuni settori vi è stato un aumento”. Ci sconcerta tutto questo ottimismo.
La dottoressa De Lauretis ribadisce la propria linea, un atteggiamento che continua a preoccupare poiché le soluzioni possono essere cercate sono se si riconoscono le criticitá e quindi la tendenza è quella all’immobilismo. Temiamo noncuranza e superficialità nella gestione attuale del nostro ospedale, tale da pregiudicarne il futuro e rischiare di far perdere al Versilia le proprie eccellenze, aspetto questo denunciato anche recentemente sulla stampa dall’ex primario Pini in riferimento all’impiego del neuroscopio , acquistato nel 2006 per fare del Versilia il centro di eccellenza e riferimento regionale per la diagnosi della sindrome di Rett nei bambini.
A conferma del bisogno di un ennesimo cambio di passo da richiedere agli amministratori locali Patto Civico con Vanessa Greco ed Andrea Giorgi nel Comune, per rafforzare la necessità di una grande determinazione nella difesa dell’Ospedale Versilia da parte di tutti i Comuni, e di tutte le forze politiche, ha posto all’Ordine dei Giorno del prossimo consiglio comunale di Seravezza del 31 luglio una specifica mozione sul tema. Essa riporta le linee guida, già espresse nel consiglio comunale congiunto svoltosi a febbraio sul tema della difesa dell’Ospedale, che come confermato nella suddetta assise, devono essere tenute bene a mente dai Sindaci e devono rimanere il vero punto di riferimento della attività della Conferenza nei confronti delle politiche regionali e della azienda sanitaria. “Chiediamo al Sindaco – spiega Greco – di impegnarsi e vigilare affinché l’Ospedale locale possa continuare a garantire gli standard di qualità ed eccellenza a favore dei cittadini nonché a chiedere alla Regione Toscana e al Direttore Generale dell’Usl Toscana Nord che i processi di riorganizzazione dei servizi si sviluppino tenendo ben presente la storia e la specificità delle realtà versiliese, basandosi sui dati epidemiologici reali (relativi al numero di interventi, alle visite ambulatoriali programmate, alla diagnostica, agli accessi al Pronto Soccorso ecc). Ci aspettiamo che la politica locale si impegni per garantire le risorse di personale medico, infermieristico e paramedico, nonché gli investimenti tecnologici e sui macchinari di ultima generazione e che sia assicurato il mantenimento delle attuali specialità. “ A fianco dell’ospedale, anche la Sanità territoriale non puó in questo contesto essere dimenticata, ricordano i consiglieri di Patto Civico, ed il sindaco dovrà farsi portavoce di tutte le iniziative che si riterranno più opportune ed idonee alla salvaguardia della qualità dei servizi socio-sanitari erogati, a cominciare dal potenziamento dell’Assistenza Domiciliare Integrata. Proponiamo al sindaco di farsi portavoce della necessita di ridurre ed adeguare le liste di attesa in ragione dei tempi massimi stabiliti dal piano nazionale, impegnando altresì l’assessore regionale ed il direttore generale dell’Asl Toscana Nord a non consentire l’attività intramoenia a coloro che non raggiungono gli obiettivi fissati a livello nazionale.
È necessario, ribadiscono Giorgi e Greco, che l’attenzione non si affievolisca di fronte a comunicati Asl rassicuranti e per questo chiediamo al sindaco di riferire ad un nuovo Consiglio comunale, nel più breve tempo possibile, l’esito di tutte le attività svolte nonché la linea che intende mantenere il Comune di Seravezza.

Share