FESTA DELL’ALBERO 2016: TRE CERIMONIE E TUTTE LE SCUOLE COINVOLTE

Il 21 novembre torna la Festa dell’Albero e Seravezza si prepara a celebrarla con un programma di tre giorni che coinvolgerà le scuole medie e tutte le scuole elementari del comune. Un messaggio ancor più ampio e condiviso rispetto al passato, per favorire la diffusione attraverso il mondo scolastico di ideali importanti come l’amore per la natura, il rispetto dell’ambiente, la difesa del suolo e dell’atmosfera, la bellezza del paesaggio.

La Festa si aprirà lunedì 21 novembre alle ore 11 nel parco “Pier Paolo Pasolini” di Querceta con l’abituale cerimonia di piantumazione di due aceri campestri dedicati alle bambine e ai bambini nati nel 2015. Parteciperanno le prime classi della scuola media “Enrico Pea” e la quinta della primaria “Don Milani” di Marzocchino. Il giorno seguente, martedì 22 novembre, alle ore 10 verrà piantumato un olivo presso la scuola primaria “Gianni Rodari” del Frasso e alle 11 un olivo alla scuola primaria “Italo Calvino” di Ripa. Mercoledì 23 novembre alle 10, infine, verrà messa a dimora una terza pianta di olivo, in questo caso presso la scuola primaria “Ermenegildo Frediani” di Seravezza. L’iniziativa è curata dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con l’Istituto Comprensivo di Seravezza.

«Abbiamo voluto coinvolgere tutti i plessi scolastici per far sì che i nostri studenti e alunni siano sensibilizzati al massimo sui temi della Festa nazionale dell’Albero, quest’anno dedicata in modo particolare al fenomeno preoccupante del consumo del suolo», commenta l’assessore all’ambiente Dino Vené. «I ragazzi parleranno in classe di questi argomenti e parteciperanno alle cerimonie di piantumazione che hanno il significato di una staffetta fra le generazioni: un regalo che i giovani di oggi fanno a quelli di domani».

Successivamente alle giornate dedicate alla piantumazione, come ogni anno in collaborazione con l’Ufficio Anagrafe, verranno consegnate le pergamene ai genitori delle bambine e dei bambini nati nel 2015 con una cerimonia che si terrà a Palazzo Mediceo domenica 18 dicembre.

Share