Seravezza e Livorno commemorano le undici vittime della strage del Ponte del Pretale dell’estate 1944

Le Città di Seravezza e Livorno, in collaborazione con le rispettive sezione Anpi, commemorano la strage compiuta dai nazifascisti nell’estate 1944 presso Villa Henraux. La cerimonia si terrà giovedì 29 luglio alle ore 18:00 alla presenza delle autorità e dei delegati delle associazioni partigiane. Dopo l’apposizione di una corona al cippo marmoreo che al Ponte del Pretale ricorda le undici vittime della strage si terrà una breve commemorazione nel giardino di Villa Henraux, all’epoca dei fatti sede del comando militare tedesco.

«La strage del Ponte del Pretale è un terribile episodio che unisce nel dolore e nel ricordo la comunità livornese e quella seravezzina», spiega il presidente del Consiglio comunale Riccardo Biagi annunciando l’iniziativa. «Alcune delle vittime della strage erano infatti livornesi rastrellati dalle truppe tedesche lungo la costa. Gli altri, civili seravezzini catturati in zona. Undici cittadini innocenti, presi senza motivo e trucidati in momenti diversi fra il 29 luglio e il 16 agosto 1944, nel momento più buio del secondo conflitto mondiale. Riteniamo doveroso mantenere viva la memoria di quanto accaduto, non solo per rendere omaggio alle vittime ma anche come monito contro la barbarie della guerra. Colgo l’occasione per ringraziare il comitato spontaneo formatosi negli anni scorsi per ricordare la strage, l’Ufficio Eventi Istituzionali del nostro Comune e le sezioni Anpi della Versilia e di Livorno per il lavoro preparatorio compiuto in vista della commemorazione di giovedì. Gli uffici di Stato civile dei due Comuni stanno da tempo lavorando per rintracciare i congiunti delle vittime e invitarli alla cerimonia, alla quale sono naturalmente invitati tutti i cittadini che vorranno presenziare. L’iniziativa, come altre analoghe, si terrà nel rispetto delle vigenti norme di contenimento anti-Covid19».

 

Share