Commercio: avviato il procedimento per il rinnovo d’ufficio delle concessioni per l’esercizio del commercio su aree pubbliche

Il Comune di Seravezza ha avviato il procedimento di rinnovo delle concessioni per l’esercizio del commercio su aree pubbliche. Sono interessate le concessioni in scadenza al 31 dicembre per posteggi isolati o inseriti in mercati e fiere, inclusi quelli per lo svolgimento di attività artigianali, somministrazione di alimenti e bevande, rivendita di quotidiani e periodici e vendita da parte di produttori agricoli. Il rinnovo avrà la durata di 12 anni ed avverrà d’ufficio da parte dello Sportello unico per le attività produttive (Suap) previa verifica dei requisiti secondo le linee guida emanate dal Ministero per lo sviluppo economico e con le modalità deliberate dalla Regione Toscana. Sul sito web del Comune di Seravezza è disponibile la comunicazione del responsabile del procedimento, architetto Andrea Tenerini, con tutti i dettagli sul procedimento (link diretto al documento: bit.ly/3aN2qy1).

«Ci siamo attivati per adempiere nei termini di legge alle disposizioni nazionali», spiega la vicesindaco e assessore al commercio Valentina Salvatori «e allo stesso tempo cogliamo questa occasione di verifica tecnica per rilanciare la collaborazione avviata durante la pandemia con le associazioni di categoria e con gli operatori. Il primo lockdown ha fatto emergere con evidenza il ruolo e l’utilità delle attività del commercio su aree pubbliche. Fiere e mercati attraggono pubblico, arricchiscono l’offerta commerciale locale, rispondono alle esigenze di ampi segmenti di clientela, generano indotto e visibilità per il territorio. Compatibilmente con le previsioni di legge e nell’ambito della procedura di rinnovo delle concessioni abbiamo adesso intenzione di rilanciare il confronto con gli operatori, ascoltare le loro proposte e le loro necessità, ragionare sul futuro di fiere e mercati sia sotto il profilo della valorizzazione delle aree pubbliche sia riguardo alla possibilità di ammettere nuove varietà merceologiche, che accrescano l’appeal e la capacità attrattiva dei mercati stessi. Il lavoro svolto nei mesi scorsi per la riorganizzazione e la ripartenza delle attività nel rispetto dei protocollo anti Covid è servita e ci ha dato indicazioni interessanti. La normativa sul rinnovo delle concessioni ci aiuta adesso a proseguire l’analisi e il confronto».

 

Share