Sei concerti da maggio a settembre per la 59esima edizione della Sagra Musicale Lucchese
Tra i luoghi anche il duomo di Castelnuovo di Garfagnana e la chiesa nuova di San Vito

Lucca, 4 maggio 2022 – Musica sacra, eseguita nei luoghi della fede del centro storico di Lucca e del territorio circostante, con inediti o prime esecuzioni moderne di capolavori recuperati grazie a un complesso lavoro di ricerca negli archivi di tutta Europa. Ma anche occasioni di riflessione sulle architetture ed energia spirituale. Questi, in sintesi, sono gli ingredienti che identificano il lavoro dell’associazione per la Sagra musicale lucchese, nata nel 1963 dall’intuizione di monsignor Emilio Maggini, musicista e musicologo.

La 59esima edizione della rassegna è stata presentata questa mattina negli spazi dell’Oratorio della Madonnina dal presidente, Luigi Rovai, dal direttore artistico, il maestro Luca Bacci, e dai rappresentanti dei tre soci sostenitori istituzionali: Comune, Provincia e Arcidiocesi di Lucca.

Sei concerti da maggio a settembre, di grande varietà stilistica ed esecutiva, accomunati dalla presenza, in quasi tutti i programmi, di almeno un pezzo del XVIII secolo che andrà a impreziosire il palinsesto condiviso de Il Settecento musicale a Lucca. Tra gli autori di punta Pasquale Anfossi (1727 – 1797), del quale il maestro Bacci ha ritrovato, trascritto e revisionato spartiti inediti. Saranno presenti artisti di rilievo internazionale, come Maria Luigia Borsi e Patrizia Cigna, raffinate interpreti e soprano. Ma i palcoscenici della Sagra, come da tradizione, si apriranno anche a giovani e promettenti musicisti. L’edizione della piena ripartenza, inoltre, vedrà due concerti oltre le Mura storiche: uno nel duomo di Castelnuovo di Garfagnana e uno nella chiesa nuova di San Vito.

Il programma in sintesi

Si parte sabato (7 maggio) alle 18 in sala Ademollo, a Palazzo Ducale. Il concerto si intitola Perle toscane e proporrà all’ascolto un’antologia di musicisti che hanno dato lustro alla regione, come i lucchesi Alfredo Catalani e Giacomo Puccini, il livornese Pietro Mascagni e il fiorentino Enrico Toselli. I testi, cantati dal riconoscibile timbro della soprano Maria Luigia Borsi, sono di autori come Evelina Cattermole, Renato Fucini, Olindo Guerrini e Jules Verne. Al pianoforte il maestro Antonio Artese dell’Accademia musicale Chigiana.

Alle 21 di sabato 14 maggio l’appuntamento si sposta nella Chiesa abbaziale dei Santi Pietro e Paolo, duomo di Castelnuovo di Garfagnana, con un concerto d’organo eseguito dal giovane Niccolò Bartolini che, dal 2018, collabora stabilmente alla direzione della Cappella Santa Cecilia della cattedrale di Lucca. In programma dodici dei 24 Pièces en style libre op. 31 di Louis Vierne, organista titolare della cattedrale di Notre-Dame di Parigi dal 1900 al 1937.

Per gentile concessione del Fondo edifici di culto la chiesa di Santa Maria Corteorlandini si aprirà, sabato 29 maggio alle 18, al concerto dei solisti dell’Orchestra da camera ‘Luigi Boccherini’ e della soprano Patrizia Cigna. In programma, dell’autore lucchese che dà il nome alla formazione, La musica notturna delle strade di Madrid e lo Stabat Mater nella prima versione del 1781. Primo violino sarà Luca Celoni, secondo violino Enrico Bernini, alla viola Angela Landi, primo violoncello Paolo Ognissanti e secondo violoncello Carlo Benvenuti.

Sabato 4 giugno alle 21 il gruppo vocale Stereo Tipi eseguirà, insieme a Maurizio Pierini all’organo, un concerto di Musica sacra dal gregoriano ai nostri giorni nella chiesa nuova di San Vito. Un concerto di grande intensità che porterà nel quartiere di Lucca sia la musica polifonica rinascimentale, sia compositori contemporanei come Lorenzo Perosi, direttore della Cappella Sistina dal 1902 al 1956, e l’affermato lucchese Girolamo Deraco.

La cattedrale di San Martino sabato 11 giugno alle 21 sarà teatro del concerto di Stefania Mettedelli, organista titolare della chiesa di San Sebastiano a Massa. In programma numerosi autori del Novecento, come il compositore norvegese Mons Leidvin Takle e dell’eclettico Grimoaldo Macchia.

Appuntamento quindi al 24 settembre per il gran finale nella chiesa di Santa Maria Foris Portam alle 21, quando risuoneranno musiche inedite di Pasquale Anfossi, riportate all’esecuzione dal lavoro filologico e di ricerca condotto dal direttore artistico della Sagra Musicale Lucchese. A interpretarle saranno la soprano Patrizia Cigna, la contralto Alessia Baldinotti e il basso Marco Innamorati. Con loro l’Orchestra da camera ‘Luigi Boccherini’ e la Cappella musicale ‘Santa Cecilia’ della cattedrale di Lucca. Protagonista della scuola musicale napoletana e dell’opera buffa nella seconda metà del Settecento, Anfossi scrisse anche concerti e sinfonie. Molti studiosi hanno riconosciuto influssi musicali di Anfossi sulle composizioni di Mozart, che probabilmente conobbe le sue opere durante un viaggio a Napoli nel 1770.

L’Oratorio della Madonnina, sede della Sagra Musicale Lucchese

Fu costruito nel Seicento in memoria dell’antica chiesa di San Pietro in Cortina, andata distrutta nel 1513 per far posto alle nuove Mura urbane. La primitiva chiesa di San Pietro in Cortina si trovava a sud della città, al di fuori dell’antica cerchia muraria, e aveva l’abside proprio dove oggi si trova porta San Pietro.

Alla chiesa era unito un ospizio, detto San Pietro vecchio fuori le Mura, antecedente al 1095, e un ospedale, detto San Pietro nuovo fuori le Mura, innalzato nel 1389. I due edifici furono uniti nel 1574 e poi abbattuti nel 1776; erano necessari alla sicurezza della città perché in particolari momenti venivano usati soprattutto come luoghi di quarantena prima di entrare all’interno della cinta muraria.
Nella distruzione del 1513 rimase in piedi soltanto un pilone con su raffigurata
un’effigie della Madonna. Quando un operaio tentò di demolirlo, si racconta che venne investito e tramortito da una grande fiamma. Il vescovo Sisto Gara Franciotti della Rovere, venuto a conoscenza del fatto, decise di lasciare intonso il pilone, facendovi costruire intorno quello che oggi è l’Oratorio della Madonnina.

2 allegati

Share