PAGANDO TUTTI E’ POSSIBILE NON

AUMENTARE LA PRESSIONE FISCALE

Nello scorso mese di dicembre, la cosa non sarà passata inosservata a

molti, l’ufficio tributi di questo Comune ha portato a termine, per l’anno di

competenza, un rilevante numero di avvisi di accertamento ( oltre 1300),

riguardanti vari tributi comunali ancora non riscossi. Un’azione a prima

vista che può apparire vessatoria e persecutoria, comunque poco gradita

in prossimità delle festività di fine anno.

Così non è e, se pur argomento scottante, l’Amministrazione comunale a

mezzo dell’Assessore delegato Massimo Bigiarini, vuole rassicurare i

contribuenti ed instaurare un rapporto di fiducia e collaborazione.

Si, fiducia e collaborazione, sono alla base di un rapporto leale e corretto

fra il fisco comunale ed i propri cittadini. Questo è stato un altro degli

impegni prioritari che la nuova Amministrazione si è prefisso e che ora

comincia a dare i primi positivi risultati.

L’intento prioritario è quello di far pagare il giusto a tutti. Riuscire ad

eliminare l’evasione o il mancato pagamento di quanto dovuto, porta a

ridurre considerevolmente il deficit che si è accumulato in questi anni sul

bilancio comunale ( i famosi residui attivi) e cosa più importante, ad

avvicinarci ad una fiscalità equa e sostenibile. E’ di moda lo slogan pagare

tutti per pagare meno, o almeno il meno possibile.

Sono tempi difficili, le risorse che arrivano al Comune dallo Stato sono

sempre meno, spesso ai tagli lineari non seguono adeguati interventi

compensativi. Ecco allora che la fiscalità comunale diviene indispensabile

per garantire almeno i servizi essenziali. E’ in questa logica che il comune

oggi si muove. Comunque, dopo aver rispettato le formalità delle procedure

che prevedono l’ atto di notifica, vogliamo assicurare che da parte degli

Uffici e dell’Amministrazione sarà adottata ogni utile forma di

collaborazione, di ascolto e di aiuto per venire incontro al contribuente

anche nelle modalità di pagamento. Allo scopo ricordo che gli uffici sono

aperti nel Capoluogo tutti i martedì e giovedi mattina e pomeriggio e a

Ghivizzano tutti martedì mattina e pomeriggio. Un invito accorato è quello

di rispettare i tempi di pagamento per non incorrere nelle pesanti sanzioni

ed interessi dovuti per legge.

Sono sicuro conclude Bigiarini, che dopo queste premesse, i contribuenti

onesti che erroneamente sono stati raggiunti da un avviso di accertamento,

sapranno capirne il senso ed accetteranno le nostre sincere scuse.

Massimo Bigiarini

Assessore Finanze, Tributi e Bilancio

Share