SCUOLE SICURE ARRIVA A SPIANATE: DUE NUOVE TELECAMERE DAVANTI ALLA SCUOLA ELEMENTARE, IN PIAZZA SAN MICHELE

ALTOPASCIO, 1 ottobre 2022 – Due nuove telecamere saranno posizionate a Spianate, nei pressi della scuola elementare “Bruno Nardi” in piazza San Michele, il luogo di maggior ritrovo della frazione più popolosa della cittadina del Tau. Il Comune di Altopascio è infatti rientrato nel progetto del Ministero dell’Interno “Scuole sicure 2022-2023” e nei giorni scorsi, in occasione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, il sindaco Sara D’Ambrosio ha firmato il protocollo d’intesa con la Prefettura di Lucca, rappresentata dal prefetto Francesco Esposito.

Il progetto prevede il potenziamento degli impianti di videosorveglianza nella frazione di Spianate e in particolare nell’area adiacente alla scuola elementare, densamente vissuta e frequentata non solo in orario scolastico, ma anche nel resto della giornata. Un intervento che nasce grazie al lavoro di squadra tra Prefettura di Lucca, forze dell’ordine e amministrazioni locali con l’obiettivo di garantire la sicurezza delle persone e del territorio, il benessere dei ragazzi, il supporto alle istituzioni.

 

 

 

 

 

 

 

 

Entra nel dettaglio il sindaco D’Ambrosio. “L’area videosorvegliata è quella adiacente alla scuola – aggiunge -. Qui verranno installate due nuove telecamere, nell’ottica di continuare con le attività di controllo del territorio e di presidio delle zone maggiormente sensibili. Spianate è una frazione molto popolosa e di confine, necessita di un presidio costante da parte delle forze dell’ordine, che ringrazio anche in questa sede, reso ancora più immediato dall’utilizzo degli occhi elettronici di ultima generazione. Nel mirino, oltre allo spaccio di sostanze stupefacenti, anche gli atti di vandalismo e gli episodi di danneggiamento della cosa pubblica. Da parte nostra, grazie al lavoro degli agenti della Polizia Municipale, continueremo con le azioni di pattugliamento del territorio, il modo migliore per prevenire situazioni di rischio, oltre agli interventi di miglioramento del decoro urbano, che rendono più vivibile e più sicuro un luogo”.

Share