Scarpe da jogging: un nuovo test “boccia” Nike, Asics e New Balance, sono migliori due modelli di Decathlon

Non tutte le scarpe da jogging sono resistenti e di buona qualità. A scoprirlo un nuovo test svizzero che ha “bocciato” diverse marche note tra cui Nike, Asics, New Balance e Saucony. Ottengono invece la sufficienza due modelli venduti da Decathlon

Le scarpe da jogging che tante persone usano quotidianamente per correre devono essere realizzate con materiali resistenti e durare nel tempo, anche se sottoposte ad un utilizzo intenso.

I modelli in commercio sono tanti e le differenze di prezzo notevoli. Per scoprire le scarpe da jogging di maggiore qualità, la rivista K-Tipp e il programma televisivo svizzero “Kassensturz” di SRF hanno realizzato un test su 15 modelli molto noti e venduti in Svizzera (la maggior parte presenti anche in Italia).

Le scarpe sono state testate dall’Istituto di ricerca PFI a Pirmasens, in Germania, e poi valutate in base ai seguenti parametri:

  • Resistenza all’abrasione nella zona della punta e la fodera sul tallone: ovvero quanto bene il materiale resiste allo sfregamento costante delle calze che può causare vesciche. La metà delle scarpe ha fallito questa prova
  • Resistenza all’abrasione della suola: un test che ha misurato la perdita di volume della suola
  • Robustezza e assorbimento degli urti: il laboratorio ha misurato l’elasticità della suola dopo circa 1000 chilometri di corsa. Tre modelli non sono tornati alla loro forma originale dopo questo test
  • Flessione delle suole: un test che ha simulato la deflessione durante l’utilizzo su strada. Quattro scarpe non sono riuscite a sopravvivere a 30mila curve e alle fine del test presentavano profonde crepe nella suola
  • Allacciatura: i lacci dovevano essere resistenti a forti tiri

Dicevamo che le scarpe prese a campione avevano prezzi molto diversi: si va dai 35 franchi del modello più economico ai 240 franchi di quello più costoso. Spesso però queste differenze, più che dalla diversa qualità, dipendono dal fatto che il brand sia più o meno noto e faccia più o meno pubblicità.

Come scrive K-Tipp:

Tutte le scarpe da corsa nel test sono state prodotte in Cina, Vietnam o Indonesia. Non ci sono grandi differenze nei costi di produzione in Asia. Indipendentemente dal fatto che le scarpe siano fatte per un discount o un marchio premium.

Le scarpe da jogging migliori e peggiori

In base ai parametri considerati, solo una scarpa è considerata la vincitrice assoluta del test. Si tratta della Strata 5 di 361°.

Come si legge su SRF:

Solo una scarpa ha superato tutti i test parziali con “molto buono” o almeno “sufficiente” ed è stata quindi l’unica a ottenere il voto complessivo “buono”: il modello Strata 5 dell’azienda 361°. A 179 franchi, la scarpa da corsa è nella fascia di prezzo media.

Le scarpe che strappano una sufficienza sono invece:

  • Kalenij Run (venduta da Decathlon)
  • ActiveAdidas Ultraboost DNA 5.0
  • Puma Magnify Nitro SP
  • Mizuno Wave Rider Neo 2
  • Cloudstratus On
  • Long2 Kiprun (venduta da Decathlon)
  • Adrenaline GTS 22

Quello che ha sorpreso maggiormente è il risultato del modello Kalenij Run venduto da Decathlon che ha ottenuto la sufficienza rispetto ad altre scarpe maggiormente costose e note, così come è avvenuto anche per un’altra referenza disponibile da Decathlon: Long 2 Kiprun.

Come si legge su K-Tipp:

La scarpa Kalenji di Decathlon – il modello più economico del test a 35 franchi – aveva la fodera interna più resistente all’abrasione ed era comunque sufficiente nel complesso. Anche un altro prodotto Decathlon si è comportato meglio in questo test: il modello Kiprun per 85 franchi offre ai corridori la suola più robusta del test.

scarpe jogging migliori test

Considerati insufficienti, invece, molti marchi noti:

  • New Balance 880 v12
  • Asics Gel-Kayano 28
  • Nike Air Zoom Pegasus 38 Ekiden
  • Saucony Fastwich 9
  • Rivera 2 Altra
  • Clifton 8 Hoka One One
  • Nible Toes Addict Joe Nimble

Nike e Hoka One One hanno fallito il test di flessione mentre alla fine del test la suola Asics era nelle peggiori condizioni con crepe lunghe fino a 3 centimetri.

scarpe jogging peggiori test

@K-Tipp

 

Si tratta di una ©Riproduzione riservata soggetta alle regole di Copyright, come del resto tutti gli articoli presenti sulla nostra testata giornalistica. Ci fa piacere se può essere di ispirazione per i tuoi contenuti, ma in tal caso ti ricordiamo che va indicata e linkata la fonte.

 

Fonti: SRF / K-Tipp

 

Share