Sarzana, ritrovato un altro cadavere –  ci sono segni di violenza

SARZANA. Un altro cadavere ritrovato a Sarzana. Stavolta in via Bradiola, in una località conosciuta come “i due laghi”. con evidenti segni di un’aggressione

E anche in questo caso, secondo una prima ricostruzione,  sarebbe legato al mondo della prostituzione.

I carabinieri di Sarzana, impegnati nelle indagini sull’omicidio di Nevila Pjetri, la donna di 35 ann ritrovata uccisa la notte tra sabato e domenica.

 

Si tratta di una donna transessuale residente in Lunigiana, ad Aulla,

di cui ancora non è stato reso noto il nome.

Il cadavere, su cui sono stati rilevati segni di violenza, era nelle vicinanze di un’auto abbandonata in cui sono state ritrovate tracce di sangue. Gli inquirenti sono sul posto e stanno raccogliendo le prove.

(Notizia in aggiornamento)

ore 13.00

La zona dove è stato ritrovato il cadavere – trovato dalla polizia della questura della Spezia e non dai carabinieri come precedentemente riferito, ndr – è la stessa dove è stato ritrovato il cadavere di Navila Pjietri, nella periferia di Sarzana.

Il corpo è ricoperto da rovi e sul posto si sta recando la polizia scientifica con i vigili del fuoco e il medico legale. Poco distante i carabinieri hanno trovato un’auto all’interno della quale sono state rinvenute tracce di sangue. Gli inquirenti, secondo quanto appreso, non escludono un collegamento con la morte della donna, uccisa probabilmente con un colpo di pistola o di punteruolo dietro all’orecchio sinistro.

Share