Il Festival primo a ripartire in Italia il 15 di giugno con la sua programmazione serale 

Tornano i concerti – gratuiti per tutti gli italiani – alle 19 in San Giovanni: ambienti sanificati e distanziamento sociale garantito

Lucca, 4 giugno. Sarà Il Puccini e la sua Lucca International Festival la prima manifestazione musicale a riaprire le sue porte, in Italia. La data per la ripresa dei concerti serali nella basilica dei santi Giovanni e Reparata (ogni giorno, alle 19) è fissata per il 15 giugno.

L’unica organizzazione permanente dedicata alla valorizzazione del binomio Lucca – Puccini riparte in totale sicurezza, grazie al distanziamento sociale garantito dagli ampi spazi della chiesa ed alle procedure di sanificazione prima e dopo ogni evento.

Il tutto come sempre in collaborazione con l’Orchestra Filarmonica di Lucca, la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e la Fondazione Banca del Monte di Lucca.

I solisti del Festival, accompagnati al pianoforte dal Maestro Diego Fiorini, sono dunque pronti a tornare in scena per proporre al pubblico un repertorio affascinante e diverso ogni giorno, com’è consuetudine da 17 anni a questa parte.

Non solo: per decisione di Andrea Colombini – Presidente e Direttore artistico del Festival – tutti gli eventi saranno ad ingresso gratuito per tutti i cittadini italiani. “Un modo – commenta Colombini – per dimostrare tutta la nostra vicinanza a chi ha sofferto in questi mesi. Del resto, una delle caratteristiche prioritarie del nostro Festival è sempre stata quella di favorire la più ampia fruizione possibile della musica e della cultura, a Lucca e nel mondo. La città  in questo momento è sostanzialmente priva di eventi: noi favoriremo un ripristino della socialità, in totale sicurezza. Questo – precisa – sarà un motore concreto per sostenere il turismo interno: i nostri connazionali potranno venire a Lucca, godere delle bellezze della città ed assistere gratuitamente a grandi concerti”.

Le novità che accompagneranno la ripresa tuttavia non finiscono qui: grazie alle importanti relazioni diplomatiche intrattenute da anni in Gran Bretagna, ecco che verrà organizzato anche uno streaming internazionale dei concerti, visibili in real time in tutto il Regno Unito. Un biglietto da visita di inestimabile valore per Lucca e per Puccini: “Confidiamo – conclude Colombini – che questo sia un segnale per tutto il tessuto economico, culturale e turistico della città. Essere la prima manifestazione a ripartire in Italia ci inorgoglisce: ora riprendiamo, con maggiore entusiasmo di prima”.

Share