Sanzionato un extracomunitario dell’Est per abbandono dei rifiuti e mancata conversione della patente dalla polizia municipale di Pescia

 

Dalle immagini visionate dalla polizia municipale di Pescia  era risultato chiaro che il responsabile dell’abbandono di rifiuti in via Colli per Uzzano fosse lui.

 

Convocato nella sede per chiarimenti, l’extracomunitario proveniente dall’est Europa, ha mostrato una patente del suo paese di origine. Secondo la legge italiana vigente, questa licenza di guida deve essere convertita in una patente italiana adeguata ai mezzi che si vogliono condurre.

 

Per quanto riguarda i rifiuti, all’uomo, residente a Pescia, è stata elevata una sanzione piuttosto pesante per abbandono di rifiuti, per avere scaricato un materasso matrimoniale e altri sacchetti contenenti plastica fuori dai  cassonetti della strada via per Colli di Uzzano, tra l’altro anche un po’ nascosti alla vista dalla strada.

Il materasso era stato caricato sulla sua auto e quando gli agenti hanno chiesto la patente all’uomo per registrarne i dati, è venuto fuori il problema della mancata conversione e quindi una seconda sanzione e il ritiro della patente stessa. Ora, per tornare a guidare, l’uomo dovrà ottenere una patente italiana.

 

Alla polizia municipale di Pescia giungono i complimenti del sindaco della città Oreste Giurlani “ L’efficacia dell’azione dei nostri agenti ha permesso di risalire al responsabile di un gesto incivile e inutile, visto che Alia si occupa di ritirare a domicilio questi rifiuti ingombranti. Si tratta di persone con un senso civico pari a zero e quindi la polizia municipale fa molto bene a intervenire e sanzionare i trasgressori. Anche sul discorso della patente, anche se si tratta di un aspetto più burocratico, è giusto esigere l’assoluto rispetto della legge”.

Share