27-05-15 Maino a Lucca

Si è svolto oggi, mercoledì 27 maggio, all’Ospedale “San Luca” di Lucca, il primo incontro del Commissario per la programmazione di Area Vasta Nord Ovest (aziende sanitarie di Massa Carrara, Lucca, Pisa, Livorno e Viareggio) Edoardo Majno con la Direzione dell’Azienda USL 2 e con i professionisti ospedalieri e i direttori di macrostruttura.

Il neo Commissario, che prima dell’attuale incarico ricopriva quello di Direttore Generale dell’Azienda USL 4 di Prato, ha illustrato i termini della riforma del sistema sanitario regionale ed ha spiegato quale sarà la sua funzione nell’ambito dell’elaborazione dei nuovi percorsi assistenziali di area vasta, che saranno realizzati attraverso un continuo confronto e partecipazione tra i professionisti interessati.

La riunione di oggi (27 maggio) ha rappresentato un primo momento di confronto che sarà seguito da analoghe iniziative nelle prossime settimane, quando il quadro degli interventi previsti sarà più chiaro e definito.

Nel corso dell’incontro il Direttore Generale Joseph Polimeni ha illustrato al Commissario la realtà sanitaria dell’Azienda USL 2 di Lucca in tutte le sue componenti: ospedaliera e territoriale fino al dipartimento di prevenzione.

Il Direttore Generale ha evidenziato che il “San Luca” potrà diventare un importante punto di riferimento nella rete ospedaliera regionale e che l’Azienda è impegnata nell’ulteriore sviluppo dei servizi territoriali, anche con la prossima attivazione di altri posti letto di cure intermedie nella Casa della Salute di Campo di Marte. Il Direttore Polimeni ha ringraziato ancora una volta tutto il personale per la disponibilità e per l’attaccamento al proprio lavoro.

Nel suo intervento Majno ha spiegato che il sistema sanitario regionale funziona (la Toscana ha i migliori dati d’attività d’Italia, sia come trend che in assoluto) ma è opportuno cambiarlo per crescere ulteriormente: è necessario avere un sistema in perenne tensione per il miglioramento.

La legge quadro alla base della riforma in corso – ha osservato il neo Commissario di Area Vasta – è una cornice dentro la quale deve ancora essere disegnato un contenuto. In questo ambito è fondamentale il ruolo del mondo professionale e sanitario, che verrà coinvolto nelle scelte da effettuare a livello di area vasta.

Majno ha anche sottolineato che le realtà all’avanguardia e con ottime performance come l’Azienda USL 2 di Lucca verranno sicuramente valorizzate. Uno degli obiettivi principali della sua funzione è infatti quello di mettere a fattor comune le esperienze più significative.

In più ha ricordato che Lucca, come le altre tre Aziende che in Toscana possono contare su un ospedale nuovo, partirà da una posizione di forza. Anzi, Maino – che conosce bene le potenzialità di queste strutture per la sua esperienza come Direttore Generale a Prato – ha auspicato che per tali realtà ci possa essere una governance a parte. I quattro nuovi ospedali – ha detto – rappresentano uno dei complessi sanitari più significativi a livello europeo e per questo si dovrebbe pensare a dare loro una prospettiva diversa, anche in termini di governance specifica.

Sono quindi intervenuti alcuni dei professionisti presenti, che hanno chiesto chiarimenti sulla riorganizzazione in atto e hanno sollecitato occasioni di vero ascolto, in maniera che gli operatori siano realmente coinvolti in questo percorso di cambiamento.

Majno ha ribadito che questo incontro, molto utile, sarà seguito da altri con l’obiettivo di lavorare insieme per predisporre la nuova mappa dei servizi assistenziali, che dovranno far emergere in tutte le realtà territoriali le professionalità migliori e il patrimonio tecnologico più avanzato per garantire ai cittadini un’assistenza sanitaria sempre più adeguata.

Il Direttore Generale Polimeni ha infine ricordato l’appuntamento del prossimo 20 giugno, con l’iniziativa che si sta organizzando per il primo anno di attività del “San Luca”.

 

L’ufficio stampa

 

 

 

San Luca 1 San Luca

Share