San Pietro a Vico: la giunta approva i due progetti per i parcheggi e la rotatoria che saranno a carico della cartiera Modesto Cardella

L’assessore Buchignani: “importante dare risposta ai cittadini che attendono da tempo queste opere”.

L’amministrazione Pardini accelera sulle opere pubbliche previste dal Puc- Progetto unitario convenzionato della Cartiera Modesto Cardella di San Pietro a Vico, che prevede interventi di nuova edificazione finalizzati ad un riordino funzionale dell’impianto produttivo.

Questa mattina (19 ottobre) attraverso due diverse delibere, la giunta ha approvato il progetto definitivo per la realizzazione della rotatoria che sostituirà l’incrocio fra via dell’Acquacalda e via per Marlia nell’area di congiunzione fra la cartiera Cardella e la zona di fronte al Molino Casillo, assieme all’annesso parcheggio pubblico di fronte all’ingresso della cartiera stessa, mentre il secondo progetto, di fattibilità tecnica ed economica, riguarda il nuovo parcheggio e l’area a verde attrezzata a servizio della scuola primaria.

“Abbiamo voluto dare una risposta ai cittadini che da oltre due anni attendono queste opere – spiega l’assessore ai lavori pubblici Nicola Buchignani – e grazie ad un lavoro di squadra portato avanti assieme agli assessori Simona Testaferrata e Fabio Barsanti, finalmente riusciamo a fare avanzare l’iter di interventi che serviranno a migliorare la viabilità e la sosta all’interno della frazione di San Pietro a Vico”.

Il nuovo parcheggio e l’area a verde a servizio della scuola avranno complessivamente un costo di 460.000 euro, che saranno a carico della cartiera Modesto Cardella. Le ulteriori fasi della progettazione e l’affidamento dei lavori saranno a cura del Comune di Lucca: l’obbiettivo è quello di riuscire a cantierizzare gli interventi entro la prossima primavera. La parte dei lavori che riguardano la rotatoria e il parcheggio di fronte la cartiera, per un importo di 1.207.000 euro, sono invece a cura della cartiera Modesto Cardella e, adesso che la giunta di palazzo Orsetti ha approvato il progetto definitivo, sarà firmata fra i due soggetti un’apposita convenzione, dopo di che la proprietà dovrà presentare il progetto esecutivo per ottenere il via libera ai lavori.

Share