Salute e prevenzione: incontri sull’attività fisica adattata a Lucca ed in Valle del Serchio

Sono invitate a partecipare tutte le associazioni e gli enti di promozione del territorio

 attivita-fisica-adattata-2

Lucca, 24 novembre 2016La Regione Toscana ha da tempo individuato nell’aumento di una regolare attività fisica, con particolare attenzione alla popolazione anziana, un obiettivo fondamentale da raggiungere. Sta quindi promuovendo da alcuni anni l’attività fisica adattata (AFA), rivolta ai cittadini con patologie croniche stabilizzate e finalizzata alla modifica degli stili di vita ed alla prevenzione secondaria e terziaria della disabilità.

Per sviluppare ulteriormente l’AFA, L’Azienda USL Toscana nord ovest sta attuando un nuovo modello organizzativo che, per l’ambito territoriale di Lucca, vede coinvolto il Dipartimento della Prevenzione con l’unità funzionale di Medicina dello Sport e le zone distretto Piana di Lucca e Valle del Serchio.

L’Azienda invita quindi tutti gli enti di promozione, asd, associazioni culturali e di volontariato, palestre, piscine e tutti coloro che operano nell’ambito del sociale, della promozione sportiva e del benessere della persona alle riunioni che si svolgeranno sabato 26 novembre alle ore 9 nella sala riunioni della Medicina dello sport al secondo piano del padiglione C della Cittadella della Salute “Campo di Marte” di Lucca e sabato 10 Dicembre alle ore 9 all’ex Ceser in Via dell’Asilo a Fornaci di Barga.

In questi incontri verranno esposte le prospettive e le nuove iniziative legate a questo tipo di attività che l’Azienda sanitaria vuole continuare a garantire con la collaborazione di enti ed associazioni del territorio. Si tratterà anche di due interessanti momenti di confronto, per incrementare, migliorare ed ottimizzare il progetto.

 

L’attività fisica adattata può essere svolta da tutti i cittadini, da 55 anni in su, ed è particolarmente indicata per cittadini con disabilità correlate a sindromi algiche da ipomobilità o a sindromi croniche stabilizzate.

L’evidenza scientifica indica che molte malattie e disabilità sono prevenibili con l’adozione di corretti stili di vita e in questo ambito l’attività fisica regolare ha un ruolo determinante.

I programmi AFA vogliono quindi fornire un’opportunità di esercizio sicuro ed efficace per contrastare la sedentarietà per tutta la popolazione, ma sono disegnati appositamente per partecipanti con specifici problemi di salute.

Importanti studi hanno permesso di confermare che l’AFA è sicura anche per soggetti molto anziani e fragili e permette di apportare vantaggi sia dal punto di vista fisico che da quello psicologico: è utile per chi soffre di mal di schiena e di altre condizioni dolorose dovute alla scarsa attività motoria; favorisce il movimento e il cammino; riduce l’isolamento sociale e migliora l’umore dei partecipanti.

 

Share