Dopo anni di abbandono – interviene il sindaco Patrizio Andreuccetti – siamo riusciti, in stretta e fattiva collaborazione con Rfi e Provincia di Lucca, a restituire ai cittadini la sala d’attesa, riqualificata ed attrezzata e resa più accogliente e soprattutto più sicura per pendolari e turisti, grazie al sistema di videosorveglianza.

«Come assessore al turismo e allo sviluppo economico della Provincia di Lucca – dichiara Francesco Bambini – saluto con piacere l’inaugurazione della nuova sala di attesa della stazione ferroviaria di Borgo a Mozzano. Stazione in cui l’amministrazione provinciale, grazie alle risorse del progetto europeo Nofaracces sulla mobilità periferica, ha recentemente fatto installare 7 telecamere per la videosorveglianza dell’edificio. Il progetto in questione, infatti, che ha riguardato 16 stazioni della linea ferroviaria Lucca-Aulla per un totale di 110 telecamere, contribuirà a garantire maggiore sicurezza del presidio ferroviario agendo come deterrente ai deprecabili atti di vandalismo che si sono verificati in passato nelle stazioni e che hanno finito per penalizzare ulteriormente una linea ferroviaria mai elettrificata. Sul fronte sicurezza grazie all’impianto di videosorveglianza, c’è la possibilità di acquisizione di immagini sia in tempo reale (da monitor, smartphone o tablet), sia successivamente all’eventuale atto di vandalismo consentendo quindi agli organi di polizia di effettuare le indagini per individuare i responsabili. Il progetto sarà esteso anche alla linea ferroviaria Lucca-Viareggio».

Share