Ritrovato da  un antiquario versiliese un calice del 19esimo secolo rubato

Camaiore – Il calice era stato trafugato dalla chiesa di Santa Maria Assunta a Canepina, in provincia di Viterbo, il ritrovamento grazie alle indagini dei carabinieri di Viterbo e Lido di Camaiore

Nella serata del 12 novembre a Canepina, in provincia di Viterbo, in occasione della celebrazione eucaristica nella ricorrenza dei 505 anni della consacrazione della chiesa di Santa Maria Assunta, i carabinieri della compagnia viterbese hanno restituito alla comunità parrocchiale un calice del 19esimo secolo, rubato nella primavera scorsa da un armadio della sacrestia della vicina chiesa di San Michele Arcangelo.

Gli accertamenti, sospinti dall’attiva collaborazione di parrocchiani e dalla sinergia tra la stazione carabinieri di Canepina e quella di Lido di Camaiore, della compagnia di Viareggio, hanno permesso il ritrovamento del pezzo con parti in argento da un antiquario della Versilia, con la denuncia di due persone per ricettazione.

La riconsegna è avvenuta alla presenza del vicario della diocesi di Viterbo, don Luigi Fabbri, con il parroco don Gianluca Scrimieri e i giovani seminarist

Share