RISOTTO ALLE ERBE A  COSTO ZERO

questo semplice e saporito risotto lo potrete fare facendo una passeggiata nei campi e non vi costerà quasi nulla.
Si raccolgono delle erbette selvatiche e dei profumi come finocchio selvatico, melissa, dragoncello, aglio selvatico (che profuma ma non lascia cattivi odori) peporino (timo), nepitella, maggiorana, ortica, piscialletto (tarassaco) i germogli o le foglioline, e comunque erbette che conoscete.

Lavatele abbondantemente poi mettetele in un recipiente e ricopritele con acqua, per una notte, il giorno dopo affettate un pezzo di porro e fatelo consumare nell’olio nella pentola da risotti.
Dopo cinque minuti aggiungete il riso e fatelo insaporire bene, mettete le vostre verdurine e gli aromi tritati grossolanamente, portate a cottura usando l’acqua del bagno delle erbe, aggiustate di sale e di pepe.

A fine cottura spengete il fuoco, aggiungete una noce di burro e del parmigiano e mantecate con vigore per un minuto, servire caldissimo ornando magari il piatto con fiori viola di malva o di borraggine (le goglie di queste piante vanno benissimo dentro il risotto).
Non lesinate sulla quantità delle erbe.
FONTE EZIO LUCCHESI

Share