Sociale: riparte sportello della Consulta del Volontariato, la novità per le disabilità

Lo Sportello della Consulta del Volontariato si arricchisce dello sportello per la disabilità. E’ la principale novità del servizio informativo promosso dalla Consulta del Volontariato di Pietrasanta che può finalmente ripartire dopo lo stop causato dalla pandemia. Lo sportello, un servizio molto utile ed apprezzato da cittadini promosso dall’amministrazione di Alberto Stefano Giovannetti, ripartirà ufficialmente giovedì 18 novembre, dalle 9.30 alle 11.30, in Municipio. L’apertura dello sportello sarà settimanale: tutti i giovedì. Ma sarà necessario prenotare l’appuntamento telefonando al ‎353.3023670 o scrivendo a consultavolontariatopsanta@gmail.com

A coordinarlo sarà Monia Battistini dell’associazione “Semplicemente Genitori”. Al suo fianco, questa settimana, ci sarà Simonetta Corbellini Andreotti dell’associazione “Il Grano”. “Lo sportello – spiega la Battistini – è diventato un punto di riferimento per molte famiglie e per molti nostri concittadini che hanno bisogno di trovare risposte ed informazione a bisogni reali e a delicate situazioni in casa. I servizi dello sportello saranno ampliati al complesso mondo della disabilità. Vogliamo aiutare le famiglie e stargli vicino con la nostra esperienza. La Consulta del Volontariato è composta da molte associazioni che si occupano anche di disabilità: crediamo che sia importante mettere a disposizione di tutti il patrimonio di conoscenza che abbiamo come genitori e come volontari anche nella soluzione di piccole problematiche quotidiane”.

Lo sportello ha anche una finalità di recruiting: “attraverso lo sportello i cittadini possono conoscere il mondo delle associazioni della nostra città, decidere di avvicinarsi e magari partecipare attivamente. Tutti sono indispensabili. La pandemia ha dimostrato l’importanza di una rete di associazioni come quella che esiste a Pietrasanta per garantire servizi di prima necessità, assistenza e risposte. E’ una rete che funziona di cui tutti possono fare parte”.

La pandemia ha contribuito in maniera ancora più evidente, anche per il mondo del volontariato, alla necessità di collaborare e lavorare insieme per gli altri. Dal 2018 ad oggi le associazioni di volontariato cittadine, e non solo, che hanno aderito alla Consulta sono aumentate di quasi il 50% passando dalle iniziali 32 alle attuali 65. “Oggi Pietrasanta – spiega Andrea Galeotti, Presidente della Consulta – può contare su una rete di associazioni ben organizzata, collaudata e solidale che ha dimostrato, nel momento più duro della nostra storia recente, grande attivismo, preparazione e competenza. La nostra Consulta, e per questo ringrazio tutti i presidenti, è sicuramente un modello da cui molte altre realtà stanno attingendo. I volontari sono una ricchezza della nostra comunità”.

Share