RIORGANIZZAZIONE DEGLI UFFICI COMUNALI: IL PIANO DELL’AMMINISTRAZIONE ALESSANDRINI

SERAVEZZA – Palazzo Rossetti, il Palazzo Comunale, Palazzo Mediceo a Seravezza e la palazzina dell’Asl a Querceta: sono queste le sedi nelle quali saranno organizzati gli uffici comunali. L’amministrazione Alessandrini, dopo una approfondita valutazione sulla fattibilità tecnica e logistica, ha ridisegnato la distribuzione degli uffici, facendo chiarezza sul vociare, privo di fondamenta, delle ultime settimane.

“Partiamo da situazioni precarie e in parte compromesse – spiega il sindaco Lorenzo Alessandrini – e lavoriamo per dare soluzioni che soddisfino tutti e non solo qualcuno. Non mi faccio tirare la giacchetta su problemi a carattere campanilistico che non esistono e che mi meraviglio siano tirati in ballo da chi ha ruoli istituzionali”.

Venendo al dettaglio, primo obiettivo – già ampiamente dichiarato – è di riportare la scuola primaria “Ermenegildo Frediani” a Seravezza, dopo quattro anni di smembramento della stessa, dividendo le classi tra i plessi di Ripa e di Frasso.

“La scuola primaria di Seravezza – aggiunge Alessandrini – ha perso un ciclo scolastico intero con questa deportazione e non intendo lasciare che ciò si perpetui ancora. Tanto più che i moduli didattici di Ripa e Frasso non possono continuare ad essere compromessi da questa logistica di emergenza. La Frediani deve ritornare nella sua sede, lo faremo appena messo in sicurezza lo storico edificio, nel frattempo la ospiteremo in un ambiente adeguato qual è il Palazzo Comunale”.

L’ampiezza del Palazzo, infatti, consente di riservare uno spazio indipendente alla scuola primaria, tanto che si sta predisponendo un accesso differenziato rispetto agli uffici comunali – che avranno a disposizione due piani -, oltre a dotare l’area individuata ad ospitare le aule con suppletivi servizi igienici.

Per quanto riguarda gli uffici comunali, si lavora a un trasferimento nel Palazzo Comunale appena completati i lavori, con una generale riorganizzazione.

“La diminuzione del personale negli ultimi 20 anni – precisa il sindaco Alessandrini – rende il Palazzo comunale eccedente rispetto alle necessità, tanto più che intendiamo procedere all’adeguamento del primo piano di Palazzo Rossetti dove saranno ospitati gli uffici di rappresentanza e quelli amministrativi”.

A Seravezza saranno riportati quasi tutti gli uffici e sarà naturalmente mantenuto l’ufficio cultura a Palazzo Mediceo. In questo riordino, è stato deciso di lasciare a Querceta lo sportello edilizia e il SUAP, lo sportello per le attività produttive, un distaccamento dell’anagrafe e la polizia municipale che da anni si trova già nella piana.

Una riorganizzazione che verrà incontro alle diverse esigenze della popolazione e dei professionisti che avranno così un accesso facilitato ad alcuni uffici.

“Guardando più avanti nel tempo – conclude Alessandrini – la volontà finale è quella di riservare l’attuale Palazzo Comunale alle scuole, così da farne un polo scolastico a se’ stante. Questi sono i nostri progetti concreti”.

Share