Un addetto alla manutenzione stava per controllare un tubo rotto in una residenza a Wichita, nel Kansas, ma appena entrato nell’appartamento in cui si trovava la rottura, sapeva che c’era qualcosa che non andava in quel posto.

Quando aprì la porta dell’appartamento trovò un odore orribile e la prima cosa che vide fu una piccola gabbia per cani che si trovava nell’angolo della stanza. Quando controllò la gabbia vide che c’erano due cuccioli di 7 mesi, e sebbene i due volessero disperatamente lasciare quel posto, per qualche ragione, non facevano nessun rumore.

I poveri cuccioli erano spaventati e doloranti

La gabbia in cui erano rinchiusi i cani era pieno di urina e feci, la cosa strana è che erano chiusi nella gabbia per diversi giorni e nessun rumore per chiedere aiuto.

Quando il lavoratore ha iniziato a guardare bene i cani con la torcia per illuminare la gabbia ha trovato qualcosa di sconvolgente:  Entrambi avevano i loro musi legati e il naso erano molto gonfio! 

Allarmato ma desideroso di non abbandonare i poveri animali, l’operaio chiama il suo amico che lavora per il  Wichita Animal Action League. Non sapendo cosa consigliare, la sua amica Sarah Coffman le disse di aspettare mentre portava rinforzi.

Per quanto volessero, questi due cuccioli non avrebbero mai potuto chiedere aiuto.

Sarah, insieme agli ufficiali di controllo degli animali , arrivò alla residenza e prese i cuccioli per portarli immediatamente dal veterinario. Una volta lì, Sarah fu scioccata nello scoprire che cosa li faceva stare in silenzio i cani.

Quando salvarono i cuccioli, tutti presumevano di avere un cavo legato intorno al naso, perché era troppo stretto, ma il veterinario, a un esame più attento, scoprì che erano effettivamente fasce per capelli, non più grandi del diametro di un pollice .

I due cani avevano, ciascuno, due di queste fasce attorno al loro muso. Il veterinario arrivò alla conclusione che li indossavano da almeno 12 o 24 ore.

La procedura è stata complicata, ma i poveri cuccioli hanno resistito.

Il veterinario usava pinze per allungare le giarrettiere in modo che potessero essere tagliate. Dopo aver tagliato le giarrettiere, i cani riuscirono a strillare mentre il sangue tornava al loro naso, la scena era così straziante che la povera Sarah e gli ufficiali non riuscivano a contenere le lacrime.

Se i cani avessero trascorso qualche ora in più con le giarrettiere, avrebbero potuto subire gravi danni ai tessuti, perdita dell’olfatto o persino morte. I piccoli sono stati salvati appena in tempo.

Dopo un lungo bagno, i due cuccioli, chiamati Westley e Debbie, possono vedere e annusare molto meglio. Sebbene i loro musi restino un po ‘delicati, si prevede che si riprenderanno completamente.

Alla fine questi cuccioli sono al sicuro, ora devono solo riprendersi

Wichita Animal Action League

Ora che si sono lasciati tutto alle spalle, questi due cani stanno giocando e accarezzando con i loro soccorritori, si stanno divertendo molto in questo nuovo rifugio.

Presto i cuccioli possono essere messi in adozione, alcune persone hanno già mostrato interesse per loro, ma a differenza dei cuccioli, i loro soccorritori non sono stati in grado di superare la loro tragedia così in fretta.

Tutta la sofferenza è stata lasciata indietro, ora questi cuccioli vivono felici di nuovo

Sarah si chiede cosa sarebbe successo a quei poveri cani se il tube non si fosse rotto? Chi avrebbe immaginato quanta felicità potesse portare un tubo danneggiato alla vita di qualcuno. Cose come queste ti fanno venire voglia di abbracciare i tuoi animali domestici e non lasciarli mai più andare via.

Ti invitiamo a condividere questa storia con altre persone in modo che ricordino sempre di dare tutto l’amore ai loro animali domestici e di non abbandonare mai un animale in difficoltà!

 

Share