RIGENERAZIONE URBANA: FINANZIATO IL PROGETTO DEL COMUNE DI CASTELNUOVO DI GARFAGNANA

E’ stata pubblicata, con decreto della Regione Toscana N. 19098 in data 29/10/2021 della Direzione
Urbanistica – Sistema informativo e pianificazione del Territorio, la graduatoria del bando per la
rigenerazione urbana dei comuni delle aree interne fino a 15.000 abitanti che ha visto Castelnuovo di
Garfagnana piazzarsi al secondo posto ed ottenere quindi un finanziamento di 772.935,40 Euro per il
progetto di “Ristrutturazione edilizia e rigenerazione urbana- edilizia sostenibile e valorizzazione degli spazi
aperti ed aree a verde – AREA Stazione ferroviaria di Castelnuovo di Garfagnana “. L’intervento avrà un
importo complessivo di €. 966.169,25.
Con questo bando la Regione Toscana intende investire sul patrimonio dei Comuni toscani al fine di
migliorare la qualità della vita nelle aree interne e urbane della Toscana dando loro la possibilità di sviluppo
e rinascita. Attraverso questo tipo di finanziamenti si va ad incidere nel tessuto urbano strettamente
connesso a quello sociale. Il che significa ridurre i fenomeni di marginalizzazione e di degrado sociale.
Il progetto del comune di Castelnuovo di Garfagnana prevede la rigenerazione urbana dell’edificio
“Stazione” con il conseguente incremento dell’attrattività del contesto urbano, procedendo nel riqualificare
e riorganizzare il primo piano dell’edificio dismesso.
Verrà avviato quindi un intervento di valorizzazione dell’area, anche attraverso la realizzazione di nuovi
servizi pubblici con l’obbiettivo di riconfigurare lo scenario urbano, attraverso il recupero dell’edificio e
prevedendo l’insediamento di diverse destinazioni d’uso del patrimonio immobiliare, così da favorire
processi di riconversione economica e sociale di in un’area attualmente etichettata come periferica ed in
stato di abbandono.
Altro aspetto fondamentale da raggiungere è quello legato al miglioramento e sviluppo dei servizi sociali,
culturali di avviamento al lavoro oltre alla creazione di servizi volti alla promozione di attività culturali e
turistiche.
L’intervento prevede anche la riorganizzazione dell’area esterna per i servizi pubblici, riconfigurazione del
verde con aiuole e sistema di percorrenza riorganizzato che consentirà ai fruitori della Stazione di poter
avere un accesso interno all’intero piano primo dove troveranno ad accoglierli spazi per la proposizione di
aspetti turistici, valorizzazione dei settori di lavorazione tipici del territorio e processi formativi per
l’avviamento al lavoro.
Oltre a rigenerare e riqualificare l’edificio verrà creata una rete di interscambio tra il mondo delle imprese
locali e la popolazione, con particolare riferimento ai giovani del territorio, attraverso l’individuazione di un
luogo co-gestito intorno al quale far convergere servizi, consulenze, iniziative, e attività co-progettate che
riflettano e valorizzino le specificità del territorio e che favorisca l’occupazione giovanile, anche nella forma
dell’autoimprenditorialità e autoimpiego, attraverso un meccanismo virtuoso che faciliterà la circolarità
delle informazioni e lo scambio di idee e opportunità.

Share