L’ultima pratica approvata dal consiglio provinciale nella seduta di martedì 15 settembre – l’ultima di questa legislatura – ha visto l’approvazione della mozione sulla gestione dei rifiuti, presentata dalla presidente della V Commissione, Isaliana Lazzerini. Con tale mozione – passata all’unanimità – si impegna l’ente di Palazzo Ducale a prevedere che l’Ato e, di conseguenza il gestore, attivi sempre, indipendentemente dalle previsioni di legge, la valutazione di impatto ambientale, anche nei casi in cui ricorra la necessità di sola verifica di assoggettabilità alla Via.

«Si impegna inoltre la Provincia per l’applicazione di una tariffa maggiormente omogenea – si legge nel documento – nell’ambito del territorio dell’Ato e al tempo stesso maggiormente puntuale, in relazione agli obiettivi raggiunti in ambito locale sulla raccolta differenziata».

Inoltre, con questo documento, il consiglio provinciale impegna la Provincia:

«a proseguire – vi si specifica – azioni tese ad impedire forme di incenerimento dei rifiuti; a porre in atto ogni tipo di azione finalizzata alla realizzazione e attivazione dell’impianto di compostaggio di Capannori o comunque della Piana lucchese; ad attuare ogni tipo di azione finalizzata alla previsione di piano e realizzazione dell’impianto di trattamento della Forsu, presso il depuratore di Viareggio per una quantità di 15mila tonnellate all’anno».

Share