RIFIUTI  ABBANDONATI LUNGO LA STRADA SP 20!
Di Yamila Bertieri consigliere comunale a Borgo a Mozzano.
Torno nuovamente ad affrontare una tematica che ho posto anche all’attenzione dell’amministrazione attraverso  una  interrogazione:  quella riguardante i rifiuti e del loro abbandono lungo le strade.
Un’azione a dir poco irrispettosa dell’ambiente  che  è sempre  in aumento  soprattutto lungo il tratto  provinciale SP 20 che attraversa anche il comune di Borgo a Mozzano in direzione “da” e “per” Lucca o verso la Garfagnana.
Sono molte le segnalazioni che mi sopraggiungono anche da cittadini non residenti  nel mio comune poiché è una situazione  veramente inaccettabile che sta suscitando il disappunto degli abitanti delle zone interessate, i  quali  segnalano auspicando che siano adottate tutte le misure necessarie per reprimere l’inciviltà o per ripristinare lo stato dei luoghi
Mi auguro che gli enti competenti,  i sindaci il cui comune è attraversato da questa importante strada, uniscano le loro sinergie e trovino presto una soluzione.
Noi di Orgoglio Comune,  attraverso una interrogazione e facendo riferimento alla legge 2263 (in cui la Camera ha suggerito la modifica dell’articolo 255 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 in materia di sanzioni per l’abbandono di rifiuti),  abbiamo chiesto l’ impiego di sistemi di videosorveglianza per l’accertamento delle violazioni.
La videosorveglianza infatti,  può essere  un valido strumento di deterrenza rispetto all’abbandono incontrollato di rifiuti, la cui rimozione comporta costi rilevanti che gravano sulla cittadinanza.
Inoltre, il degrado ambientale causato dall’abbandono dei rifiuti può avere delle ripercussioni  pesanti: inquinamento ambientale, degrado, danno estetico, effetti sulla qualità di vita e costi diretti di igiene urbana.
Eppure la normativa in questa materia è chiara, basti pensare che il Codice Ambientale “vieta l’abbandono e il deposito di rifiuti sul suolo e nel sottosuolo, l’immissione di rifiuti di qualsiasi genere, allo stato solido o liquido, nelle acque superficiali o sotterranee, il deposito di rifiuti fuori dai cassonetti e il deposito irregolare dei rifiuti nei cassonetti” con tanto di sanzione per i comportamenti devianti.

Share