Ricette di stagione: tagliatelle con gli stridoli.

Lo stridolo, o strigolo, (nome botanico “silene vulgaris”) è un’ erbetta che cresce spontanea negli incolti da marzo a fine estate.
Si mangia sia cruda, mescolata all’insalata, sia cotta, in frittate, ripieni per pasta, e per condimenti.
Si trovano anche in vendita in mazzetti, dai verdurai più forniti.
Ottimo è il sugo verde di stridoli con le tagliatelle.
Ricetta: pulire gli stridoli prelevando solamente le foglie tenere e quindi lavarle, scolarle e tritarle grossolanamente.
In una padella soffriggere uno spicchio di aglio con uno scalogno tritato, aggiungere della pancetta tagliata a piccoli pezzi e un pezzetto di peperoncino (se gradito). Dorare il tutto, togliere l’aglio e il peperoncino e unire le foglie degli stridoli da far appassire velocemente sfumando con un po’ di vino bianco.
Cuocere la pasta al dente e farla saltare e insaporire nella padella del sugo: servire caldissima.

Share