Restauro della Manifattura: prorogato il termine dei lavori al 25 febbraio 2019

adeguamenti progettuali, scavi archeologici non previsti dal cronoprogramma iniziale e ritardi imputabili all’impresa hanno determinato la concessione da parte della direzione dei lavori di ulteriori 175 giorni, l’amministrazione segue attentamente la realizzazione dell’ultima fase delle opere

I lavori della manifattura Tabacchi proseguono: come verificato in un sopralluogo effettuato questa mattina sono in fase di conclusione il rifacimento degli intonaci esterni dell’edificio, appena iniziati quelli interni, mentre restano da realizzare i lavori di copertura del chiostro del convento di San Domenico, le pavimentazioni, gli infissi, e parte degli impianti di tutto il grande complesso.

L’amministrazione comunale ha autorizzato una proroga di 175 giorni per la conclusione delle opere condotte dalla associazione di imprese temporanea che vede come mandataria l’azienda Aspera spa di Genova. I lavori si sarebbero dovuti concludere lo scorso 5 settembre ma alcuni imprevisti e adeguamenti progettuali li hanno rallentati. Si tratta delle stesura degli intonaci che ha richiesto varie verifiche a causa delle temperature elevate di questa estate, gli adeguamenti progettuali necessari all’utilizzo dell’ala nord del complesso da parte della Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio di Lucca ed infine l’esecuzione di saggi e scavi archeologici richiesti e coordinati dalla Soprintendenza archeologica. In particolare questi ultimi hanno bloccato la posa delle strutture impiantistiche e reso difficoltosa la movimentazione nel cantiere. L’amministrazione non ha concesso tutta la proroga richiesta dall’associazione temporanea di imprese perché contesta alla stessa una parte rilevante dei ritardi, dovuti a mancanza di personale e di adeguata programmazione dei subappalti e sub affidamenti, mancata consegna di schede di approvazione dei materiali e carenza nella fornitura degli stessi.

La nuova data per la chiusura del cantiere è quindi il 25 febbraio 2019, il Comune sorveglia la prosecuzione dei lavori secondo i termini di verifica del nuovo cronoprogramma stabilito. L’amministrazione segue costantemente e con grande attenzione la situazione dell’impresa mandataria Aspera spa che, come noto, ha chiesto nel mese di agosto il concordato preventivo al Tribunale di Genova, procedura che verrà discussa nel prossimo mese di novembre.

 

Share