Il giro dei ladri, si restringe,come DA COSTITUZIONE!!!….. ai SOLITI NOTI, e ora per la LOGISTICA DELLE MAZZETTE si stanno RAGGRUMANDO COME UNA METASTASI MORBOSA in torno alla MANGIATOIA!!!!

Bari
10:00 del 21/03/2017
Scritto da Luca
fonteitalianosveglia.com
http://www.italianosveglia.com/renzi_nomine_entro_pochi_km_da_firenze_solo_un_caso_altro_che-b-98454.html

Il giro dei ladri, si restringe,come DA COSTITUZIONE!!!….. ai SOLITI NOTI, e ora per la LOGISTICA DELLE MAZZETTE si stanno RAGGRUMANDO COME UNA METASTASI MORBOSA in torno alla MANGIATOIA!!!!

Come ogni buon contadino sa,la frutta e la verdura a km zero sono di miglior qualità,quindi il buon (???) Renzi ha applicato in politica i saggi pensieri del contadino scarpa grossa e cervello fino (???): dunque scegliere i suoi scagnozzi,appunto,a km zero (da casa sua).Preferibilmente di provata fede ROSSO KOMUNISTA:non difficile nella rossa toscana.Speriamo che presto tale scelta si traduca in una esperienza anticipata di quella che sarà la sua futura attività quando sparirà dalla scena politica:ZAPPARE la terra.

E IL MAGNA MAGNA FIORENTINO CONTINUA! Quello che non capiamo è come sia possibile che il buffone non è più al Governo non è più segratario del PD e abbia tanta influenza.

A una ventina di chilometri dal Paese natale di Matteo c’è Firenze, città che ha dato i natali a Matteo Del Fante, nuovo ad di Poste in sostituzione di quel Francesco Caio che non ha voluto seguire i diktat renziani sull’acquisizione di Pioneer da Unicredit e, soprattutto, sul salvataggio di Mps. Dunque fuori Caio (nonostante gli ottimi risultati raggiunti) e dentro Del Fante che quando era manager di Cdp acquistò il teatro Comunale di Firenze «salvando» il bilancio di Renzi. E sempre da Firenze viene il commercialista di fiducia del candidato alla segreteria Pd, Marco Seracini, insediato per un nuovo triennio nel collegio sindacale di Eni e a capo di NoiLink, associazione di fundraising pro-renzi. E a Firenze ha lavorato come consigliere di amministrazione dell’utility Publiacqua, Roberta Neri, confermata amministratore delegato di Enav.

Allarghiamo un po’ il raggio e nell’arco di poco più di 60 chilometri si trovano altri due capoluoghi toscani: a Nord Pistoia e a Sud Arezzo. Dalla prima proviene Alberto Bianchi, avvocato con studio a Firenze che è consigliere di amministrazione dell’Enel e presidente della Fondazione Open, l’organizzatrice della Leopolda. Anche se non è stato coinvolto nell’ultima tornata, da Pistoia proviene anche Federico Lovadina, consigliere di amministrazione di Ferrovie dello Stato e presidente di Toscana Energia formatosi nello Studio Tombari di Firenze, quello da cui proviene anche Maria Elena Boschi. Ad Arezzo, invece, ha avuto i natali Diva Moriani, consigliere di amministrazione di Eni, manager del gruppo Intek di Vincenzo Manes, imprenditore molto vicino all’ex premier.

Share