REMO SANTINI CANDIDATO A SINDACO DI LUCCA

 

Con l’assessore ai Quartieri, Paesi e Frazioni, il Palazzo va sul territorio per ascoltare e risolvere le questioni più stringenti

Verranno riattivati i Consigli di quartiere, pronto anche un albo dei cittadini attivi unnamed (4)

Un assessorato ai Quartieri, Paesi e Frazioni, da coniugarsi con la riattivazione dei Consigli di Quartiere e con un albo dei cittadini attivi. E’ la ricetta di Remo Santini, candidato sindaco per la lista civica SìAmo Lucca e sostenuto anche dalla civica Lucca in Movimento e dai partiti Forza Italia, Fratelli d’Italia e Lega Nord.

Con l’amministrazione Santini si tornerà ad alzare un interruttore rimasto spento negli ultimi 5 anni: anzi, tra Palazzo Orsetti ed il territorio si è creato un corto circuito mai sanato. “Il primo tassello – argomenta il candidato – sarà rappresentato dall’introduzione dell’assessorato ai Quartieri, Paesi e Frazioni. Verrà individuata una persona altamente qualificata, profonda conoscitrice delle realtà periferiche: vivrà costantemente fuori da Palazzo Orsetti, per andare sul territorio ed ascoltare, parlare, risolvere le questioni che stanno più a cuore alla gente. Una cosa mai vista, con l’amministrazione uscente: dopo le passerelle in campagna elettorale, sono spariti tutti”.

Un altro punto fondamentale è quello che prevede l’attivazione dei Consigli di Quartiere, secondo le previsioni dell’art. 8 del T.U.E.L: “Con la scomparsa delle Circoscrizioni – continua Santini – si è smarrita una cerniera fondamentale tra Comune e territori. Torneremo ad avere un raccordo, con una rappresentanza reale, mediante membri di associazioni e comitati paesani che conoscono approfonditamente le problematiche delle zone in cui vivono. Parliamo di organismi ad adesione volontaria, ai quali si partecipa gratuitamente, senza percepire alcun gettone”. Non solo: l’amministrazione introdurrà anche un progetto di partecipazione attiva, denominato “Io partecipo – Albo dei cittadini attivi di quartiere”. Iscrivendosi all’albo, sarà possibile prendere parte ad attività – coordinate dal Comune – che comprendono la salvaguardia delle aree verdi e del patrimonio artistico-monumentale, il supporto in occasione di eventi pubblici ed attività di controllo e la piccola manutenzione presso strutture di interesse collettivo.

 

Share