Recupero di piccoli volatili e mammiferi in difficoltà,  Porcari attiva il servizio con Anpana

Il Comune si adegua alla legge regionale: un numero h 24 per le segnalazioni di soccorso

 

Una convenzione fra Comune di Porcari e Anpana per la salvaguardia dei volatili e dei mammiferi di piccola taglia. È stato siglato ieri (11 giugno) in municipio l’atto ufficiale fra l’amministrazione comunale e l’associazione che si occupa della protezione animali., alla presenza dell’assessore all’ambiente Franco Fanucchi, del responsabile del servizio assetto del territorio, Norma Deliso e del presidente territoriale di Anpana Lucca, Angelo Bertocchini.

 

L’oggetto dell’accordo è il recupero di pullus, covate e piccoli nati abbandonati od orfani nell’ambito del territorio comunale di Porcari e di mammiferi di piccola taglia (come ricci, volpi, istrici eccetera) ed il loro trasporto in centri di recupero e cura specializzati, con l’obiettivo di riportarli successivamente nel loro habitat naturale. Il tutto in ossequio alle nuove disposizioni della Regione Toscana che riguardano le amministrazioni comunali.

 

Sulla base della convenzione da oggi (12 giugno) chi trova questo tipo di animali in difficoltà può contattare direttamente il numero 366.2780347 di Anpana Lucca, attivo 24 ore su 24. Entro le 24 ore successive i volontari, opportunamente addestrati allo scopo e muniti di attrezzature e mezzi idonei, effettueranno il recupero e il trasferimento al Centro recupero uccelli marini acquatici di Livorno, dove i volatili o i piccoli mammiferi saranno visitati, se necessario curati e, una volta svezzati, rimessi in libertà.

 

“L’atto che abbiamo firmato con il presidente di Anpana Angelo Bertocchini, che ringrazio – spiega il vicesindaco e assessore all’ambiente Franco Fanucchi – oltre a rispondere alle disposizioni di legge è molto importante perché riesce a dare una risposta a tutte quelle segnalazioni che ogni anno ci pervengono da parte di cittadini che si imbattono in piccoli di uccelli caduti dai nidi oppure cuccioli di animali di varie specie che non possono essere accuditi dai privati. Con questa convenzione avremo dei professionisti che si occuperanno di loro e sapranno finalmente ricollocarli nel loro ambiente”.

 

“Sono felice di questo traguardo –  aggiunge il presidente di Anpana, Bertocchini – che dimostra la sensibilità del Comune di Porcari verso gli animali. Anpana Lucca svolge già questo servizio con Capannori e, a breve, sarà stipulata un’ulteriore convenzione anche con Lucca”.

 

“Ci auguriamo – conclude Bertocchini – che anche altre realtà si adeguino, nei prossimi mesi, a quanto disposto dalla Regione Toscana così da poter coprire la Piana lucchese con il servizio di recupero e soccorso”.

 

La possibilità di soccorso degli animali in difficoltà è stata attivata fino al 31 dicembre e comporterà al Comune, a fronte di un obbligo di legge, una spesa di 700 euro.

Share