Il flusso di immigrati illegali ha ripreso vigore. Alcune centinaia di loro vengono fermati dalla Marina libica, ma si tratta solamente di una minima parte

Il flusso di clandestini dal Nordafrica verso l’Italia sembra aver preso nuovo vigore dall’inizio dell’anno: ormai i numeri sono da record, non passa giorno senza che centinaia se non migliaia di immigrati vengano traghettati sulle nostre coste dalle navi delle Ong finanziate da George Soros, o da quelle della Marina militare e della Guardia di Finanza. Quelli giunti dal 1 gennaio sono circa 2.500, mentre per fortuna alcuni, poche centinaia in verità, vengono fermati.

La motovedetta Sabrata, della Guardia costiera libica, mercoledì ha caricato “234 migranti illegali che erano a bordo di due gommoni”: lo ha riportato giovedì la pagina Facebook della Marina libica.

 

Tra loro vi sarebbero 49 donne e 41 bambini anche se sommando il numero di uomini (141) la cifra totale risulta più alta, di tre unità. I clandestini sono “di 11 nazionalità africane o arabe come Egitto, Sudan, Mauritania, Marocco, Algeria” o anche del Pakistan, riferisce la nota.

Il caricamento a bordo sarebbe avvenuto in “due fasi”: il primo gommone è stato intercettato “nei pressi di Mellitah” (un centinaio di chilometri a ovest di Tripoli) e il secondo “a nord di Zuara”, una ventina di chilometro più a ovest. A partire dal 7 gennaio vi sono stati almeno altri cinque interventi di questo tipo da parte della Guardia costiera libica con un numero di clandestini recuperati che varia tra i 123 e i 352. Aggiungendo gli ultimi, il totale va dai 357 ai 586.

Da: QUIhttp://www.italianosveglia.com/record_2500_clandestini_sbarcati_da_inizio_2018-b-102378.html

Share