QUERCETA – CAMBIO DI DESTINAZIONE PER LA COSTRUZIONE ADIACENTE LA VIA AURELIA

Urbanistica: cambio di destinazione in vista per il grande edificio da anni in costruzione lungo la Statale Aurelia a Querceta

QUERCETA – Alloggi residenziali al posto dei fondi artigianali. È la proposta avanzata al Comune dai proprietari del grande edificio da anni in costruzione lungo la Statale Aurelia a Querceta, tra le vie Vitale e Galleni. Un ‘gigante’ incompiuto che avrebbe dovuto ospitare undici fondi artigianali collegati ad altrettanti alloggi di guardianaggio, per una superficie utile netta di circa 1.355 metri quadrati. I lavori sono fermi da anni. Con un cambio di destinazione i proprietari ritengono di poter riprendere e completare l’intervento, realizzando complessivamente tredici unità residenziali. Come contropartita il Comune acquisirebbe una porzione del fabbricato, sul fronte Aurelia, costituita da una superficie coperta di 110 metri quadrati per ognuno dei tre piani fuori terra (più altrettanti nel piano seminterrato) corredata da un giardino esclusivo di 320 metri quadrati, il tutto da destinare a uffici, sedi di associazioni o servizi di pubblica utilità.

Il Piano Strutturale del Comune di Seravezza consente il cambio di destinazione richiesto dai proprietari dell’immobile. Occorrerà predisporre un’apposita variante al Regolamento Urbanistico, che come prassi sarà presentata in Consiglio Comunale per l’adozione e per la successiva approvazione. La variante, a sua volta, deve essere preliminarmente soggetta a Valutazione Ambientale Strategica (VAS).

 

«L’Amministrazione ha valutato positivamente la proposta avanzata dal privato – dichiara l’assessore all’urbanistica Valentina Salvatori – nell’ottica di favorire il completamento di una struttura di notevoli dimensioni da anni rimasta ferma. La variante si limita a modificare la destinazione, da artigianale a residenziale, senza alcun incremento di superficie da parte del privato; è invece prevista la cessione al Comune di una parte dell’edificato – quella che si affaccia sulla via Aurelia – che potrà essere utilizzata per uffici o anche per spazi pubblici destinati alle associazioni. La possibile acquisizione di nuovi spazi andrebbe ad integrare e rafforzare la dotazione di immobili pubblici proprio in una fase in cui l’Amministrazione ha avviato una politica di forte attenzione per la messa in sicurezza e la riqualificazione degli edifici comunali, scolastici e non».

 

 

 

 

Share