“In Garfagnana ci veniamo volentieri si mangia bene e siete gente allegra, ma non si può stare 40 minuti anche un’ora in coda al semaforo”
Questo è il sentimento che circolava negli automobilisti quindi e turisti che ieri hanno invaso pacificamente i ristoranti della Garfagnana per trascorrere la Pasqua.
Il semoforo in questione è quello che regola il traffico a senso unico alternato nella zona dell’acqua bianca nella fndovalle tra Campia e Castelnuovo.
Onestamente per questi due giorni forse si poteva pensare qualcosa per aiutare il grosso traffico in entrata per la Garfagnana al mattino e successivamente nel pomeriggio in uscita, nella tarda mattinata le auto arrivavano al Ponte di Campia e sarebbe stato impossibile pensare cosa sarebbe successo oggi giorno di Pasquettta se fosse stata una giornata di sole.
In questo caso gli enti e le autorità non hanno fatto una bella figura, si poteva fare molto con poco sforzo e non era necessario essere dei geni per prevedere quello che sarebbe successo, noi vi poniamo una domanda seria e onesta, secondo voi tra quelli che hanno fatto una CODA lunghissima, al mattino e nel pomeriggio, quanti ritorneranno in Garfagnana ?
Dopo è inutile fare “promozioni” o conferenze stampa o altro, quando il danno è fatto non si ripara, molti li abbiamo sentiti, erano incazzati neri, e avevano ragione, fare turismo non è solo stampare un deplinat o realizzare un sito, prima bisogna essere accoglienti, ieri non lo siamo stati.

Share