“Quattro anni sulla Linea Gotica”: si presenta sabato a Seravezza il libro con i ricordi del partigiano Moreno Costa

Partigiano, volontario nei gruppi di combattimento, sminatore, custode di una dolorosa memoria da tradurre per i giovani in insegnamento di pace e tolleranza. Moreno Costa è stato un uomo dal pensiero limpido e dall’azione vigorosa. Una figura carismatica che ha incarnato i più alti valori della libertà, del coraggio e dell’altruismo. A poco più di otto mesi dalla scomparsa i Comuni di Seravezza e Forte dei Marmi e l’ANPI, con il meritorio sostegno della Banca Versilia Lunigiana e Garfagnana, lo ricordano con una pubblicazione che verrà presentata sabato 15 dicembre alle 15:45 alle Scuderie Granducali.

Il volume “Quattro anni sulla Linea Gotica”, a cura di Giovanni Cipollini, raccoglie le memorie di Moreno Costa negli anni che lo videro impegnato prima nei ranghi della formazione partigiana “Bandelloni”, poi, dopo la Liberazione della Versilia, a fianco degli americani della “Buffalo” sulla Linea Gotica e infine, a guerra conclusa, come sminatore di ampie aree litoranee e collinari della Versilia, generoso e coraggioso artefice, con molti suoi compagni, del ritorno alla sicurezza e alla vita della nostra terra. Il libro, come scrive il sindaco Riccardo Tarabella nel suo contributo, è un doveroso omaggio all’Uomo “per la sua missione, per il suo coraggio e per la sua fede nella vera civiltà dell’uomo, per l’attenzione nel ruolo dei giovani e per la memoria che da loro deve essere assimilata come la più concreta medicina per la radice della pace”. Tutto ciò rende l’evento di sabato pomeriggio alle Scuderie, aperto alla libera partecipazione di tutti i cittadini, particolarmente significativo per i giovani e per gli studenti.

Share