I Carabinieri di Quarrata hanno portato alla luce un fiorente “mercato del sesso” che aveva luogo all’interno di quello che in teoria avrebbe dovuto essere solo un centro massaggi.
Gli accertamenti hanno permesso di scoprire che dietro le immagini floreali a colori tenui e l’insegna apparentemente innocua di “centro muscolare rilassante” si nascondeva in realtà un intensa attività di sfruttamento della prostituzione.
Da alcune settimane, tra l’altro, in questo “centro benessere” era stato riscontrato un crescente “via vai” di persone.
Altri elementi sono stati raccolti grazie ai servizi di osservazione dei militari dell’Arma in abiti borghesi e a ricerche online sui numeri di telefono che servivano a promuovere l’illecita attività.
Nel corso dell’indagine è quindi emerso che all’interno del centro vi erano tre donne di nazionalità cinese che di fatto utilizzavano i locali per fornire prestazioni sessuali.
A quel punto, con tutti gli elementi in mano, i Carabinieri hanno effettuato una irruzione.
Il locale è stato sottoposto a sequestro preventivo e il titolare dell’esercizio, un 46enne cinese residente in Campania, deferito per favoreggiamento della prostituzione.

Share