FUSION: QUALI SONO LE COPPIE DI ARTISTI TRA SERAVEZZA E HONG KONG?

Seravezza-Dopo l’evento dello scorso luglio, dove le sculture in marmo create in Italiasono state mostrate in anteprima, il 17 ottobre scorso, per la prima volta, sono state presentate al pubblico le cinque opere in legno arrivate da Hong Kong.

Nella cornice degli spazi della Fondazione ARKAD sono intervenuti Michele Silicani, assessore allo sviluppo, attività produttive e sostenibilità ambientale del Comune di Seravezza; Stefano Fossati, direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Hong Kong e Macao; Nicolas Bertoux e Cynthia Sah artisti, ideatori del progetto e fondatori di ARKAD; Silvia Vannacci curatrice e coordinatrice del progetto e gli artisti tutti.

 n questo scambio fra Toscana e Hong Kong, tra le venature del marmo e del legno che andranno a fondersi per creare qualcosa di unico, a unirsi non saranno solo due materiali ma due idee e due culture: appunto quella della zona apuo-versiliese e quella di Hong Kong.

‍Durante l’incontro tenutosi in video conferenza con la Cina, sono state svelate le coppie di lavoro per cui – sulla base di un progetto artistico condiviso – ogni artista a Seravezza sarà chiamato a modificare e completare l’opera di un artista ad Hong Kong e viceversa.

Per questa prima edizione di FUSION dunque le seguenti coppie di artisti lavoreranno a quattro mani alla realizzazione di due opere: Francesca Bernardini e Danny Lee Chin Fai; Aurélien Boussin e Margaret Chu; Jacob Cartwright e Ho Yuen Leung; Flavia Robalo e Violet Shum; Lorenzo Vignoli e Yaman Chau.

Nelle prossime settimane, una serie di approfondimenti sugli artisti e le opere prodotte durante il primo laboratorio di scultura saranno condivise via email. Nel frattempo, per coloro che non hanno ancora avuto modo di vederlo, condividiamo il video documentativo della prima fase di FUSION.

Fondazione Arkad, addì 11.11.2021

Share